Mercato in chiaroscuro. Sul finale salta il centrocampista Dezi

Calaiò e Lopez in entrata, Vitale, Castiglia e Bocalon in uscita. Jallow riscattato dal Chievo per un milione di euro

0
330

Solito mercato convulso della Salernitana, a ridosso del suono della sirena. L’ultimo giorno è stato quello decisivo per la società granata, che, come sempre a gennaio, ha provato a cambiare volto alla squadra. Serviva una punta, ed è arrivato l’espertissimo Emanuele Calaiò. Ineccepibile il curriculum dell’arciere palermitano, che in carriera ha segnato vagonate di gol in tutte le categoria, indossando tantissime maglie. Quello che non depone a favore del bomber prelevato dal Parma è sicuramente la carta d’identità. Calaiò ha 37 anni appena compiuti, ed è reduce da uno stop forzato a seguito della squalifica inflittagli dil 23 luglio 2018 dal Tribunale Federale Nazionale della FIGC, prima di due anni poi ridotta in seguito al ricordo presso la Corte federale d’Appello fino al 31 dicembre 2018. L’arciere chiude la sua avventura a Parma dopo 79 presenze e 32 reti, e si lega alla Salernitana per un anno e mezzo, riuscendo ad avvicinarsi finalmente a Napoli, alla città natale della moglie. La Salernitana nell’ambito dell’affare Calaiò ha provato anche a chiedere l’altro attaccante Ducale in lista di sbarco, ovvero Fabio Ceravolo. Il Parma era pronto a lasciarlo andare, ma il giocatore ha categoricamente rifiutato il passaggio in granata. Trattativa, quindi, mai iniziata visto il rifiuto dell’attaccante ex Benevento. Per un attaccante che è arrivato, Calaiò, uno che ha salutato, Bocalon. Per il Doge si è riaperta la porta di casa, con il Venezia che lo ha prelevato facendogli firmare un accordo fino al 2022. La Salernitana ha battuto la via Emilia anche per sistemare il centrocampo, ma questa volta l’accordo con il Parma per arrivare al talentuoso Jacopo Dezi, è saltato all’ultimo minuto. La Salernitana gli aveva anche liberato il posto cedendo Castiglia, che è passato in prestito fino a giugno alla Ternana. Per la difesa, la porta girevole granata ha visto uscire l’esterno mancino Gigi Vitale, che si è accasato all’Hellas Verona, con la Salernitana che accoglie a braccia aperte l’uruguaiano Lopez dalla Ternana. Cicirelli torna a Salerno dal Foggia, ma è solo un transito veloce perché l’attaccante ex Paganese trova posto tra le fila del Cosenza. Kalombo, che era rientrato dal Pro Piacenza passa al Rimini. La Salernitana ha anche riscattato definitivamente l’attaccante Jallow. Il gambiano che nella prima parte della stagione non ha certo entusiasmato, è stato prelevato dal Chievo Verona a titolo definitivo per un milione di euro. Per lui un contratto da quattro anni e mezzo. Già detto in precedenza del passaggio del terzino sinistro Walter Lopez in granata. Il 33enne nato a Montevideo sostituirà Gigi Vitale, che è approdato all’Hellas Verona, con cui ha già raggiunto un accordo fino al 2021. La società granata ha dato il via libera alla cessione, dopo aver bloccato Lopez, che diventerà il titolare di fascia con l’albanese Memolla già tesserato la scorsa settimana, a ricoprire il ruolo di comprimario.