Mertens e Lozano trascinano il Napoli alla vittoria contro il Genoa

A Marassi finisce 1-2 per gli azzurri di Gattuso che consolidano il quinto posto in classifica. Per il Grifone è notte fonda

0
351

GENOA (3-5-2): Perin; Goldaniga, C. Zapata, Masiello; Biraschi (82′ Ghiglione), Behrami (64′ Lerager), Schone, Cassata (70′ Iago Falque), Barreca; Pinamonti (82′ Favilli), Sanabria (71′ Pandev). All. Nicola

NAPOLI (4-3-3): Meret; Hysaj, Maksimovic, Manolas Mario Rui; Elmas (82′ Zielinski), Lobotka, Fabian Ruiz; Politano (64′ Lozano), Mertens (64′ Milik), Insigne (82′ Younes). All. Gattuso

Reti: 45’+1 Mertens (N), 48′ Goldaniga (G), 66′ Lozano (N)

Ammoniti: Goldaniga (G)

Il Napoli vince a Marassi, battendo un Genoa sempre più impelagato nella lotta per non retrocedere. Finisce 1-2 per gli azzurri di Gattuso che grazie alle reti di Mertens e Lozano, superano la formazione di Nicola. Pronti via e il Napoli fa capire subito al Genoa che non è venuto in Liguria per una gita di piacere, nonostante i punti in palio facciano più gola al Grifone. A destra gli azzurri imperversano come vogliono e da una sovrapposizioni Politano – Fabian Ruiz, nasce la prima azione pericolosa degli uomini di Gattuso. L’ex attaccante dell’Inter entra in area e prova a sorprendere Perin sul primo palo. Ottima la risposta dell’estremo difensore genoano, che devia in corner. Dagli sviluppi del tiro dalla bandierina, colpo di testa di Elmas che anticipa tutti, con il pallone che non inquadra la porta. La sfera è recuperata ancora dagli azzurri, palla dentro per Maksimovic che prova la girata rimpallata dalla difesa. In mischia il più lesto di tutti è ancora Elmas, che si gira e deposita in rete. Esulta il macedone, che però dopo oltre cinque minuti di consulti del direttore di gara con la sala Var, si vede annullare il gol per un impercettibile tocco di mano in mischia di Manolas. Tutto da rifare, quindi, e gara che rimane in parità. Elmas ci riprova al 15′, questa volta in acrobazia, ma l’estremo difensore genoano è pronto a dirgli di no e a deviare ancora in corner. Il Napoli è padrone del campo e alla mezzora mette ancora i brividi a Perin. Imbucata di Politano per il solito Elmas, che questa volta veste i panni di suggeritore e apre per Mertens. Il belga entra in area e spara una fucilata, con il numero uno rossoblù che devia ancora in corner. Cinque minuti dopo si vedere il Genoa per la prima volta. Azione sulla sinistra e palla a Cassata. Conclusione in porta con Meret che la vede all’ultimo secondo, deviandola sul palo. Si tratta dell’unico lampo dei padroni di casa, perché il Napoli torna ad essere padrone incontrastato del campo. Sul tramonto del primo tempo, dall’ennesimo tiro d’angolo per i partenopei, il pallone arriva al limite a Lobotka, che con una rasoiata deposita la sfera di poco al lato. Nel primo dei tre minuti di recupero assegnati dal direttore di gara. Al termine di un’azione manovrata il Napoli passa. Insigne nella posizione di centravanti scarica per Mertens sulla sinistra. Controllo e destro a giro del belga, che finisce alle spalle di Perin. Il primo tempo si chiude quindi con gli azzurri avanti 1-0, grazie al gol di Mertens. La ripresa inizia con gli stessi schieramenti e con il Napoli pericoloso dopo appena un minuto con Politano. Sinistro che finisce direttamente tra le braccia di Perin. La risposta dei padroni di casa un minuto dopo con Sanabria che con un destro al limite dell’area, spedisce il pallone di poco alto sulla traversa. E’ il preludio al pareggio dei liguri che arriva al 49′. Calcio d’angolo dalla destra di Schone con Goldaniga bravo ad anticipare tutti di testa e battere Meret. La risposta dei partenopei è ancora affidata a Politano, che dalla sinistra prova un tiro cross insidioso, che sfiora la parte superiore della traversa terminando sul fondo. Gattuso si gioca la doppia carta Lozano – Milik al posto di Mertens e Politano, ed è proprio il messicano due minuti dopo a salire sugli scudi. Lancio millimetrico di Fabian Ruiz per Lozano, che in velocità supera Biraschi e batte Perin per il nuovo vantaggio del Napoli. Nei minuti finali occasionissima per il Genoa, con l’ex di turno Pandev. Il macedone solo davanti a Meret, vede lo specchio della porta chiuso dall’uscita a valanga dell’estremo difensore dei partenopei. Nei quattro minuti di recupero, il Genoa che ormai non ha più nulla da perdere si getta in avanti. L’assedio alla porta azzurra, però, non porta nulla se non qualche mischia in area, e nell’ultimo minuto del match in contropiede i partenopei sfiorano il tris. Lancio di Lobotka per Zielinski. Passaggio filtrante per Milik che in posizione centrale, prova a scaricare su Younes, anticipato all’ultimo secondo dall’intervento in copertura della difesa genoana. Si chiude praticamente qui la sfida, con il Napoli che vince ancora e vola in classifica al quinto punto, scavalcando il Milan, in attesa di vedere cosa farà la Roma.