Morte a scuola, malore fatale per Melissa

La tragedia questa mattina all'istituto superiore Genovesi Da Vinci. La studentessa, originaria di San Mango, è caduta a terra mentre era alla lavagna, battendo violentemente la testa.

0
2507

Tragedia questa mattina all’Istituto superiore Genovesi Da Vinci di Salerno. Una studentessa di 16 anni, Melissa La Rocca , è morta in classe in seguito a un malore.
Stando a una prima ricostruzione dei fatti, pare che Melissa, originaria di San Mango, alunna della terza F, si sia sentita male, sembra a causa di una patologia cardiaca congenita, durante la prima ora di lezione, mentre era alla lavagna per svolgere un esercizio.

Melissa ieri era all’Arechi a vedere la Salernitana, la sua squadra del cuore

La giovane è caduta in terra battendo la testa. Inutili i tentativi di rianimarla da parte degli insegnanti, dei compagni di classe e del personale del 118 intervenuto subito. Rilievi in aula sono stati eseguiti dalla Polizia Scientifica su disposizione del pm di turno della Procura di Salerno.

La salma della studentessa è stata restituita alla famiglia. L’autorità giudiziaria, infatti, non ha disposto l’autopsia. L’auto dei servizi funerari ha lasciato il cortile della scuola alle 12.30 sotto gli sguardi attoniti degli studenti affacciati alle finestre delle loro aule. Il silenzio è stato interrotto solo dal pianto di dolore dei familiari e degli amici che hanno raggiunto il plesso di via Principessa Sichelgaita. Il dirigente scolastico, Nicola Annunziata, uscendo dalla scuola, sottolinea di “non avere la maniera di spiegare ai ragazzi” come sia possibile che una giovane ragazza sia “crollata per terra e non si è più rialzata”. “I genitori – aggiunge – sono veramente distrutti e anche io. Di questa giornata rimane il tempo passato fuori dalla porta, mentre i medici cercavano di rianimare la studentessa. Mi è sembrata interminabile quella mezz’ora. Non finiva più, non usciva nessuno da là dentro e noi fuori che avevamo capito che le cose non andavano. I genitori, tra l’altro, ancora non c’erano. Per me, è stato terribile”. La classe terza dove era inserita la sedicenne e’ la stessa che, poco tempo fa, ha subito un altro lutto, un ragazzo morto in un incidente stradale.