Morto il giornalista Francesco Durante

Firma del Mattino e del Corriere del Mezzogiorno, era un apprezzato critico letterario e dirigeva dal 2013 la rassegna Salerno Letteratura. Il cordoglio di Tempi Moderni

1
779

Lutto nel mondo del giornalismo campano. È morto improvvisamente, all’età di 67 anni Francesco Durante. Nato sull’isola di Capri, si era laureato in letteratura italiana all’Università di Padova e aveva vissuto in Friuli negli anni dell’adolescenza. Per anni al Mattino di Napoli, aveva poi lavorato fino alla pensione presso Il Corriere del Mezzogiorno, per ritornare al Mattino, come critico letterario.
Negli anni ’80 era stato redattore capo di tre periodici femminili: “Grazia”, “D-La Repubblica delle Donne” e “Marie Claire”.
Tra il 1988 e il 1992 aveva anche il ruolo di direttore editoriale della Casa Editrice Leonardo di Leonardo Mondadori.
Attualmente Durante era docente di Cultura e Letteratura degli italiani d’America presso l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli e, in precedenza, aveva insegnato Letteratura comparata presso l’Università di Salerno.
Nel 2013 gli venne affidato l’incarico di direttore artistico del Festival Salerno Letteratura, incarico che ha ricoperto fino alla rassegna ultima conclusasi nel mese di luglio.
Nel 2001 e 2005 aveva pubblicato con Mondadori i due volumi della prima storia e antologia completa della letteratura italoamericana dal titolo “Italoamericana. Storia e letteratura degli italiani negli Stati Uniti”. Negli ultimi anni, ha pubblicato fra l’altro un libro di successo su Napoli dal titolo “Scuorno” (Mondadori).
Ha curato per Mondadori due Meridiani, “Romanzi e racconti” di John Fante e le “Opere” di Domenico Rea.
Numerose le manifestazioni di cordoglio negli ambienti giornalistici e della cultura. A Salerno, dove Durante dirigeva il Festival Salerno Letteratura, vi è stato un diffuso cordoglio da parte di associazioni, enti, istituzioni. Il presidente di Tempi Moderni, Marco Russo, ha manifestato il suo dolore per la prematura scomparsa di Durante e ha ricordato la sinergia tra Tempi Moderno e Salerno Letteratura, legame che aveva avuto il suo battesimo nel 2016, “quando Francesco raccontò con noi il Pasolini ‘friulano’, in un rapporto di affettuosa collaborazione consolidatasi negli anni fino al dicembre e gennaio scorsi, quando Tempi Moderni ha ospitato, nell’ambito della mostra dedicata all’artista Maurizio Savini, alcuni appuntamenti del fuorifestival di Salerno Letteratura”.

1 commento

  1. […] La scomparsa di Francesco Durante, giornalista, autore e “kulturtrager”, capace di coniugare le più alte e raffinate espressioni intellettuali «con le espressioni vive del popolare», come ha scritto Titti Marrone su Il Mattino di oggi, lascia un vuoto tangibile nel mondo culturale tout court. E che Durante avesse una mente capace di ragionare a scale concettuali diverse e intercomunicanti lo sa bene chi ha avuto occasione di vederlo all’opera nella direzione artistica di “Salerno letteratura”, un festival volto a innervare le parole degli scrittori e poeti contemporanei nei luoghi più significativi del centro storico di Salerno. Ma l’iniziativa non avrebbe di certo mai funzionato se non avesse avuto il supporto logistico di uno staff coordinato da Ines Mainieri, direttore organizzativo, in cooperazione con l’Associazione “Duna di Sale” di Daria Limatola. L’ultima edizione del Festival, in particolare, dal titolo emblematico di “Italie”, ha cercato di aprire al pubblico e trasformare alcuni dei più importanti luoghi della città medievale in spazi di incontro e confronto fra le costitutive diversità del nostro paese e i più importanti autori  della produzione letterario-poetica nazionale e internazionale. […]

Comments are closed.