Gattuso-Ancelotti, l’allievo sfida il maestro

Questa sera in campo per la prima di due gare che a distanza di pochi giorni vedranno di fronte gli azzurri e i rossoneri per campionato e Coppa Italia

0
336

Due sfide in tre giorni. Milan e Napoli si affronteranno prima in campionato questa sera e poi in Coppa Italia martedì. Campo di battaglia sarà lo stadio “San Siro”, che nel cuore di Ancelotti evoca ricordi bellissimi da calciatore e da allenatore. Tutto questo, però, fino al fischio d’inizio, perché poi ci saranno in palio punti pesantissimi per continuare la corsa in campionato. Il Napoli arriva a questa sfida recuperando due pedine importantissime come Koulibaly e Insigne, che hanno scontato le due giornate di squalifica, mentre dovrà rinunciare a Rog oltre che ad Allan rimasto a Napoli. Il brasiliano al centro di una trattativa di mercato con Psg, pur avendo scontato la giornata di squalifica, non è stato convocato da Ancelotti, che gli ha concesso la possibilità di recuperare mentalmente da questo periodo decisamente travagliato. La trattativa non è andata in porto, ma il brasiliano aveva accettato l’offerta dei francesi, che gli avevano prospettato un quinquennale da oltre 6 milioni di euro. Tornando alla formazione anti Milan, Ancelotti che si affida ancora al 4-4-2, non ha ancora sciolto tutti i dubbi su chi scenderà in campo nell’undici di partenza. Ballottaggi in difesa con Maksimovic e Hysaj a contendersi un posto sulla corsia di destra, e con Mario Rui e Ghoulam sul lato opposto. Gli unici sicuri di un posto sono i due centrali Koulibaly e Albiol, con Meret confermato tra i pali. In mediana Callejon agirà sull’out destro, mentre a sinistra il candidato sembra essere Fabian Ruiz, con Hamsik che potrebbe ritrovare il posto al centro in coppia con Diawara, salvo l’inserimento di Zielinski al posto del capitano, con lo spostamento dell’ex Betis al centro. In attacco nessun dubbio, accanto al bomber Milik ci sarà il rientrante Lorenzo Insigne, con Mertens inizialmente in panchina. Il Milan è reduce da una settimana di mercato travagliata, che ha fatto registrare l’addio di Higuain, passato al Chelsea di Sarri, e l’arrivo in rossonero del polacco Piatek dal Genoa. L’attaccante, che era finito anche nel mirino del Napoli, dovrebbe accomodarsi inizialmente in panchina, mentre si registrerà l’esordio a “San Siro” del brasiliano Paquetà. Gattuso, che affronterà il maestro Ancelotti, recupera tutti gli squalificati, ma deve far fronte a un’assenza pesante in difesa. Zapata, infatti, è out per un problema fisico, al suo posto dovrebbe giocare Musacchio, che formerà con Romagnoli la coppia centrale, mentre sulle corsie laterali agiranno Calabria e Rodriguez, con Donnarumma tra i pali. Scelte obbligate in mediana, dove a formare la linea a tre ci saranno Kessié, Bakayoko e Paquetà. In attacco Suso e Calhanoglu dovrebbero supportare Cutrone, terminale offensivo del tridente presentato da Ringhio, con Piatek che potrebbe entrare a gara in corso e fare anche lui il suo esordio in rossonero.