Botte da orbi al corteo anti Salvini a Napoli. Il bilancio è di diversi contusi, e un funzionario di polizia ferito alla testa da una transenna, lanciata durante gli scontri. Forti momenti di forte tensione in piazza Plebiscito. La manifestazione degli antagonisti è arrivata sotto la prefettura, durante il comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, a cui partecipava il ministro dell’Interno. Una carica delle forze dell’ordine, in assetto anti sommossa, ha respinto i dimostranti giunti a centinaia per protestare contro le politiche di Salvini. «Quando l’iniziativa era ormai agli sgoccioli – afferma una nota della rete Napoli senza confini – e nella piazza era rimasto poco più di un centinaio di persone a fare solo cori verso il ministro dell’Interno, al primo accenno di tensione è partita una carica completamente evitabile che ha manganellato duramente». Dal canto suo Salvini aveva già annullato un comizio elettorale, previsto in serata, negando però che la causa fossero i contestatori. «Tornerò a Napoli – promette il capo della Lega – non è la contestazione di qualche centro sociale che mi fa cambiare idea. Non ho annullato il comizio, ma ho dato priorità al comitato per la sicurezza».