Nocera, disordini a fine gara: si cercano i responsabili

All'esterno dello stadio, al termine della gara persa con l'Andria, un gruppo di facinorosi ha seminato il panico

0
100
(foto di repertorio)

Indagini in corso per risalire all’identità dei protagonisti di momenti di forte tensione verificatisi ieri pomeriggio al termine di Nocerina-Andria.
Allo stadio San Francesco ieri pomeriggio andava in scena la gara valevole per il girone H del campionato di serie D, terminata con il risultato di 1-5.
I disordini si sono verificati al termine del match, all’esterno dello stadio.
Mentre le forze dell’ordine scortavano la carovana di auto e bus sui quali viaggiavano i circa 100 tifosi pugliesi arrivati in Campania, un gruppo di facinorosi è sbucato da una strada secondaria, lanciando pietre, bottiglie di vetro e bombe carta. I poliziotti sono riusciti a evitare che le due tifoserie entrassero in contatto, disperdendo i facinorosi e bloccando all’interno dei mezzi i tifosi dell’Andria.
Una bomba carta, esplosa sotto un’auto, ha provocato ingenti danni al veicolo, causando anche l’apertura degli airbag. Gli occupanti hanno, quindi, dovuto far rientro in Puglia a bordo degli altri veicoli. Fortunatamente non si registrano feriti.