Pagani ricorda il migrante morto con la pagella cucita in tasca

La posa di una pietra d'inciampo all'ingresso del Liceo Mangino, su iniziativa della preside, dà il via alla Giornata della Memoria

0
37683

Una pietra d’inciampo all’ingresso dell’istituto per ricordare il ragazzo di 14 anni morto nel Mediterraneo nel disperato tentativo di raggiungere l’Europa con la pagella cucita in tasca. Comincia così la Giornata della memoria al Liceo Scientifico Mangino di Pagani. Gli allievi dell’istituto – di cui è preside Ezilda Pepe – sono stati protagonisti nel corso della mattinata di oggi di una rappresentazione teatrale sul tema “C’era una volta una nave… La memoria per scenari”. Si tratta di una rappresentazione teatrale costruita, assieme ai docenti, con la contaminazione di generi, coinvolgendo autori e vari filosofi. In scena alcuni alunni delle classi quarte e quinte. Il progetto rientra nella sperimentazione delle avanguardie educative previste da Indire e da nuovi scenari per la didattica.

[Clicca qui per vedere il video con le voci della scuola]