Panthakù, la radio entra in classe

Organizzati in vere e proprie redazioni, gli studenti dei due istituti scolastici salernitani (l’Istituto Comprensivo Calcedonia e l’Istituto Comprensivo Rita Levi Montalcini) e di quello di Santa Maria C.V. (l’Istituto Comprensivo Principe di Piemonte), negli ultimi due mesi, hanno potuto apprendere le tecniche del linguaggio radiofonico. Due giornate, tre dirette, 23 studenti salernitani e 10 sammaritani coinvolti

0
210

Due giornate, tre dirette, 23 studenti salernitani e 10 sammaritani coinvolti. Sono questi i primi numeri della Web Radio di “Panthakù. Educare dappertutto”, il progetto selezionato dall’Impresa Sociale Con i Bambini, nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Capofila è Ai.Bi. Associazione Amici dei Bambini e 24 sono i partner regionali. Organizzati in vere e proprie redazioni, gli studenti dei due istituti scolastici salernitani (l’Istituto Comprensivo Calcedonia e l’Istituto Comprensivo Rita Levi Montalcini) e di quello di Santa Maria C.V. (l’Istituto Comprensivo Principe di Piemonte), negli ultimi due mesi, hanno potuto apprendere le tecniche del linguaggio radiofonico. I laboratori, curati da Federica D’Ambro e Italia De Michele a Salerno, Miriam Cozzolino e Michele Merola a Santa Maria Capua Vetere, hanno visto l’alternanza di momenti teorici ad attività laboratoriali. Che cos’è una notizia? Quali sono i criteri di notiziabilità? Come si scrive un articolo? E quali sono i segreti per essere un bravo speaker? Da aprile ad oggi, i giornalisti in erba hanno potuto confrontarsi con nuove narrazioni e stili linguistici, raccontando il mondo dal loro punto di vista. Non solo. Hanno imparato che gli smartphone possono essere anche strumenti preziosi di lavoro e che i social non sono soltanto il regno delle fake news.

La radio vivace strumento di supporto didattico e formativo

L’obiettivo era infatti proprio quello di renderli consapevoli dei rischi e delle potenzialità dell’universo digitale nel quale si muovono, offrendo loro i primi strumenti tecnici per muoversi con disinvoltura nell’affascinante mondo dell’informazione. Senza trascurare l’apprendimento delle tecniche di regia e montaggio video, di dizione, postura, scrittura settoriale e dell’uso della piattaforma Spreaker. Le attività hanno previsto diverse “esterne”, con incontri al Comune di Salerno, alla Fondazione Carisal e in occasione del convegno organizzato da Acri in collaborazione con la Consulta delle Fondazioni di origine bancaria del Sud Italia, nel corso dei quali gli alunni hanno potuto confrontarsi con professionisti del settore. Finalmente, dopo tanto lavoro, lunedì 3 giugno le prime due dirette dalla scuola Calcedonia (13.45 e 14.45), mentre mercoledì 5 toccherà alla Montalcini (13.45) che chiuderà il programma con la partecipazione a distanza dei ragazzi della Principe di Piemonte di Santa Maria Capua Vetere impegnati nelle stesse attività. Con l’ausilio di esperti e influencer, dunque, daranno prova delle loro abilità da cronisti. On air ci saranno: Manuel Mattei, Luca Trapanese, Raffaele Leone, Ludovica Laurino, Marianna Di Gennaro, Giulia Capuano, Francesco Davide Triggiano, Francesco Cafaro, Alice Brescia Morra, Sara Brescia Morra e Alessandro Galizia (scuola Calcedonia). Due giorni dopo toccherà a Francesco Pio Plaitano, Manuela Sessa, Marina Antinolfi, Ambra Vandervliet, Soraia Longo, Mattia Botta, Maurizio Carotenuto junior, Emanuele Cetrangolo, Sara Siepe, Angelo Auciello, Sarah Cortese, Vittoria Pisaturo (scuola Montalcini) e Maria Denise Amodio, Umberto Celato, Francesca Lucia Leccia, Pio Giuseppe Leonardi, Rita Leonardi, Antonio Lusciano, Rita Monaco, Paola Pellegrino, Pasqualina Pugliese, Marianna Perrone (scuola Principe di Piemonte). Per ascoltare le loro emozioni, basta collegarsi al canale Spreaker “Panthakù_Teen Radio” (https://www.spreaker.com/user/panthaku_teen-radio), oltre che seguire le attività del progetto, tra cui la webradio, sulla pagina Fb “Panthakù – Educare dappertutto” (https://www.facebook.com/groups/2165118676913519/?ref=bookmarks).

LA RETE. Sono partner di progetto, insieme ad Ai.Bi. Associazione Amici dei Bambini capofila: Comune di Salerno, Comune di Castellammare di Stabia (NA), Comune di S.Maria Capua Vetere (CE), IC Calcedonia e IC Rita Levi Montalcini di Salerno, IC Denza di Castellammare di Stabia, IC Principe di Piemonte di S.Maria Capua Vetere, Human Foundation, Fondazione Carisal – Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana, ACLI – Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani di Salerno, Associazione Vela Centro Servizi Sociali, Acli Service Salerno, Associazione Campania Danza, Associazione Culturale Saremo Alberi – Libroteca, Associazione Compagnia del Giullare, Associazione Culturale Funneco – Culture Hub, CNA – Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa di Salerno, CNA Campania Nord (sedi di Napoli e Caserta), ASD Rari Nantes Nuoto Salerno, CSI – Centro Sportivo Italiano Comitati Provinciali di Salerno, Napoli e Caserta, Associazione Agape Fraterna Onlus, Associazione Casa Babylon Teatro.

Per info:
Barbara Cangiano – Storyteller/Addetta stampa locale
Ai.Bi. Associazione Amici dei Bambini
Tel.: 348.8043180 – Mail: 
barbaracangiano@yahoo.it