Pari di rigore contro il Chievo

La Salernitana conquista un punto in casa muove ancora la classifica. Succede tutto nel primo tempo con gli ospiti in vantaggio con Djordjevic e i granata a ritrovare la parità dal dischetto con Kiyine cinque minuti dopo.

0
345

SALERNITANA (3-5-2): Micai; Karo, Migliorini, Jaroszynski; Cicerelli, Odjer, Di Tacchio, Maistro (44′ Firenze), Kiyine; Djuric, Giannetti. A disp. Vannucchi, Lopez, Cerci, Gondo, Kalombo, Morrone, Pinto, Dziczek. Allenatore: Ventura

CHIEVO VERONA (4-3-1-2): Semper; Dickmann, Leverbe, Cesar, Frey; Pina, Obi (34′ st Esposito), Segre; Vignato (16′ Garritano); Djordjevic, Meggiorini (34′ st Bertagnoli). A disp. Caprile, Nardi, Cotali, Pucciarelli, Rigione, Rodriguez, Brivio, Rovaglia, Colley. Allenatore: Marcolini.

Arbitro: Manuel Volpi di Arezzo (Marchi/Saccenti). IV uomo: Giacomo Camplone di Pescara.

Reti: 29′ pt Djordjevic (C), 36′ pt Kiyine rig. (S).

Ammoniti: Karo (S), Cicerelli (S), Obi (C), Segre (C), Odjer (S), Leverbe (C), Jaroszynski (S).

Espulsi: al 32′ st Pina (C) per somma di ammonizioni. Al 37′ st Kiyine (S) per somma di ammonizioni

Note: 7513 spettatori di cui 5 ospiti. Angoli: 6-2. Recupero: 3′ pt e 5′ st.

La Salernitana conquista un punto contro il Chievo Verona all’Arechi e muove ancora la classifica dopo l’ottima vittoria conquistata domenica sera a Trapani. Succede tutto nel primo tempo con gli ospiti in vantaggio con Djordjevic e i granata a ritrovare la parità dal dischetto con Kiyine cinque minuti dopo. Ventura non cambia, e per questa gara abbandona l’idea del turnover schierando la migliore formazione possibile, confermando il modulo 3-5-2 con un solo cambio in mediana. Odjer rileva Firenze, mentre Maistro parte ancora una volta titolare dopo Trapani. Nessuna novità in difesa con Micai, Karo, Migliorini e Jaroszynski, mentre a centrocampo Cicerelli e Kiyine sono gli esterni con Odjer, Di Tacchio, Maistro al centro. Attacco ancora una volta sulle spalle di Djuric e Giannetti vista l’assenza dell’infortunato Jallow. Marcolini schiera il suo Chievo Verona con il 4-3-1-2, con Semper tra i pali, Dickmann, Rigione, Cesar e Brivio in difesa. A centrocampo Segre, Esposito, Obi formano la linea a tre, con il talentino Vignato dietro le due punte Djordjevic e Meggiorini. Parte subito forte il Chievo Verona che all’8′ ci prova con Meggiorini dalla distanza. Palla deviata da Migliorini che consente a Micai di bloccare senza problemi. Tre minuti dopo i clivensi vanno vicini al vantaggio ancora con Meggiorini. Djordevic fa da sponda per il compagno di reparto Migliorini buca l’intervento favorendo l’attaccante che da pochi passi si fa ipnotizzare da Micai. Il Chievo cresce di intensità e al 29′ trova il gol del vantaggio. Meggiorini, questa volta veste i panni del rifinitore per Djordjevic che con un sinistro potente dal limite supera Micai. Il vantaggio degli ospiti dura appena cinque minuti, il tempo per la Salernitana di guadagnare un calcio di rigore per fallo su Giannetti da parte di Obi. Sul dischetto si presenta lo specialista Kiyine, che come a Trapani non sente la pressione e regala il pareggio ai granata, grazie ad una realizzazione centrale che spiazza Semper. Nel finale la Salernitana ha la palla per chiudere il primo tempo in vantaggio. Nell’ultimo dei tre minuti di recupero assegnati dal direttore di gara, dagli sviluppi di un corner battuto dalla destra da Maistro, incornata di Djuric e palla di poco a lato. Nella ripresa parte bene la Salernitana che all’11 va vicina al vantaggio. Maistro dal vertice sinistro prova la conclusione, con la palla che termina di pochissimo al lato. Granata ancora pericolosi dal limite con Odjer. Botta potente, con Samper che fa sua la sfera in due tempi. Alla mezz’ora il Chievo resta in dieci per la doppia ammonizione di Pina per fallo su Maistro. Granata che cercano di sfruttare la superiorità, ma i gli ospiti si chiudono bene fino a quando il direttore di gara non ristabilisce la parità numerica sventolando sotto il naso di Kiyine il secondo giallo. Da qui in poi poche emozioni, fino al triplice fischio che consegna alle due squadre un punto ciascuno.