Pesce con provenienza non certificata, sequestri a Salerno

L'operazione è stata messa a segno presso il centro agroalimentare questa mattina dal nucleo della Polizia Municipale di Salerno che ha effettuato il controllo assieme all'ispettore sanitario di turno

0
261

Trentacinque chili di pesce sequestrato a Salerno: la provenienza non era certificata.
L’operazione è stata messa a segno presso il centro agroalimentare questa mattina dal nucleo della Polizia Municipale di Salerno che ha effettuato il controllo assieme all’ispettore sanitario di turno.
Disposta la confisca e la distruzione di 35 chili di “cannolicchi”, ritenuti non conformi alle regole.
Soddisfatto dell’operazione Angelo Rispoli, segretario provinciale Csa: “Il personale garantisce lo svolgimento regolare delle attività nel centro e rappresenta la garanzia di un vivere ordinato e civile, nonostante l’afflusso quotidiano di centinaia di operatori. E’ la riprova della bontà dell’azione che ogni giorno gli addetti alla polizia municipale svolgono nella struttura agroalimentare. La scelta di individuare un nucleo fisso, che nel corso degli anni si è specializzato, permette di controllare minuziosamente quanto avviene”.