Pieno di medaglie per la Canottieri Irno alle regate regionali

Sul lago Patria, il medagliere del sodalizio biancorosso è costituito da sette medaglie d’oro, cinque d’argento e sette di bronzo

0
444

Medaglie e piazzamenti di rilievo per i giovani atleti della Canottieri Irno, nella prima regata regionale di canottaggio, svoltasi a lago Patria e per i master, impegnati nella gara internazionale di Amsterdam. Sul lago Patria, il medagliere del sodalizio biancorosso è costituito da sette medaglie d’oro, cinque d’argento e sette di bronzo. Marina Guadagno e Gioconda Iannicelli, ottengono l’oro in doppio ragazzi, e poi in quattro di coppia, insieme con l’esordiente Anna Reznikova e con Roberta Bottigliero. Il quartetto dell’Irno, si piazza in testa e ci resta fino alla fine, lasciando alle sue spalle le portacolori del Savoia e del Crv Italia. Primo gradino del podio, nel singolo, pure per la cadetta Giorgia Torre e per gli allievi Lucio Cozzolino, Isabel Pappalardo, Angelina Iannicelli e Sara Langella. Le gemelle Angela e Anna Mucciolo, ottengono l’argento nel singolo, mentre le gemelle Sara e Rebecca Langella, conquistano rispettivamente un oro ed un bronzo, sempre nel singolo. Tutte esordienti come Francesco Chirico. A medaglia anche Marco Torre, Maria Cristina Alvino, Francesco Farina, Marialuce Pappalardo, Carlo Riccardi, Diego Ricciardi e l’equipaggio del quattro di coppia ragazzi, composto da Delli Carri, Bottigliero e dai cugini Iannicelli. Pietro Iannicelli ottiene il bronzo in singolo, categoria ragazzi e farà parte del gruppo che parteciperà al primo meeting nazionale, in programma a Piediluco, nei primi giorni di aprile. A Piediluco anche Roberta Bottigliero, come i componenti del doppio e del quadruplo femminile. La selezione biancorossa, sarà rimpinguata pure da altri atleti, che si distingueranno all’interregionale di Sabaudia, che si disputerà tra qualche giorno. Nella quarantasettesima edizione della regata internazionale denominata Heineken Roeivierkamp, svoltasi sul fiume Amstel ad Amsterdam, buone prove per i master della Canottieri Irno. In gara l’otto misto, composto dai biancorossi Alfonso Sanseverino, Renato Grimaldi, Pasqualino Cammarota e Luigi Galizia, dai fiorentini Leonardo Magnatta e Saverio Iotti, dal pugliese Augusto Carparelli e dal triestino Pierpaolo Signorelli, con al timone l’olandese Anne Ernest. L’armo italiano, nonostante le condizioni climatiche proibitive, chiude al ventinovesimo posto in classifica generale, al sesto nella categoria E, con atleti di età compresa tra i 55 e 59 anni. Grande soddisfazione per Giovanni Ricco, presidente della Canottieri Irno e per il vice presidente sportivo Giovanna Tortorella.