Possibile cambio modulo con il Brescia

Gregucci lavora alla formazione che lunedì affronterà il Brescia in trasferta. Domani amichevole in famiglia. Corini teme i granata: "Dobbiamo stare sereni e sul pezzo, la Salernitana è un osso duro, ha battuto il Cittadella, fuori casa è squadra ostica e noi lo sappiamo molto bene"

0
87

Doppia seduta oggi per la Salernitana, che continua la marcia di avvicinamento alla sfida di lunedì pomeriggio al Rigamonti contro il Brescia. Una gara sulla carta molto difficile, vista la forza dell’avversario, attualmente capolista del torneo cadetto. Le Rondinelle, dopo il successo sul filo di lana contro il Livorno, grazie alla rete di capitan Romagnoli, veleggiano verso la promozione in serie A. Contro la Salernitana Donnarumma e compagni vorranno conquistare i tre punti, che consentiranno di allungare ancora in classifica, ed avvicinarsi all’obiettivo stagionale. Gregucci, che deve rinunciare a Minala recupera Akpa Akpro lunedì, e dovrà proporre uno schieramento che potrà contrastare la forza esplosiva in avanti dei lombardi. La Salernitana contro il Cittadella, nella prima parte del match non ha brillato, schierato con un 4-4-1-1. Quando poi Gregucci ha cambiato decisamente faccia ai suoi, inserendo Rosina e passando ad un 4-3-1-2, la musica è cambiata. Vedremo cosa si inventerà il tecnico granata per la gara di lunedì, e già domani nell’amichevole in famiglia con la formazione giovanile, si potrebbe avere qualche indicazione utile per capire come si schiererà al Salernitana contro i lombardi di Corini, che al termine della sfida vinta con il Livorno ha subito avuto un pensiero alla gara di lunedì. “Dobbiamo stare sereni e sul pezzo, tra una settimana ci troveremo di fronte un osso duro come la Salernitana che ha battuto il Cittadella, e che fuori casa è squadra ostica e noi lo sappiamo molto bene. Godiamoci questa vittoria e prepariamoci per la prossima gara”.