Presto un Parco letterario a Mercato S. Severino

Sarà dedicata a S. Tommaso e a S. Alfonso e dovrà promuovere il turismo religioso: l'idea progettuale del giornalista Antonio Corbisiero lanciata nel corso di un convegno svoltosi presso il Palazzo Vanvitelliano dedicato ai maestri del '900, raccontati nel nuovo libro di Filippo La Porta

0
650

“Un Parco letterario per due Santi. Il rilancio della Città di Mercato San Severino passa attraverso la cultura”. Lo dice il sindaco di Mercato S. Severino Antonio Somma e gli fa eco l’assessore alla Cultura Enza Cavaliere che sta lavorando già con le associazioni culturali del territorio intorno a iniziative che valorizzano i siti storico-religiosi del comprensorio con cortei medievali e iniziative storiche di prestigio. La rinascita di Mercato S. Severino passerà attraverso due giganti del cattolicesimo: S. Tommaso d’Aquino e S. Alfonso Maria dei Liguori. “Jeffrey Schnapp – dice il giornalista Antonio Corbisiero che ha proposto l’iniziativa del Parco all’amministrazione comunale – guru di Harvard, sostiene che il nostro Paese può ripartire con modelli sociali generati da innovazioni culturali. A Mercato S. Severino amministrazione comunale, associazioni, scuole, privati e altri attori faranno parte di un Hub, un incubatore che ci porterà alla costituzione del Parco letterario e entrando nella rete dei parchi la Città attirerà risorse finanziare ed investimenti, creerà occupazione giovanile. Chiameremo l’assessore regionale al turismo Corrado Matera e il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali, on. Alberto Bonisoli ad inaugurare il Parco”.

Nella foto, un momento della manifestazione: (da sinistra) l’ex parlamentare Tino Iannuzzi, il professore Francesco D’Episcopo, il giornalista Antonio Corbisiero, il critico Filippo La Porta, il sindaco Antonio Somma, l’assessora Enza Cavaliere, il preside Rosario Pesce e il direttore di SalernoSera Andrea Manzi

“S. Tommaso d’Aquino – ha detto il sindaco Somma – fu “ospite” del castello della stirpe Sanseverino (in quanto la sorella Teodora sposò Ruggero Sanseverino), e S. Alfonso Maria de’ Liguori nella frazione Ciorani, sui terreni del barone Sarnelli (padre del beato Gennaro Maria Sarnelli, seguace di Alfonso), edificò la casa madre dell’ordine dei Redentoristi”. Corbisiero ha intenzione di incentivare il turismo religioso a Mercato S. Severino anche tramite un apposito festival. In sinergia con il Comune, con la Regione, con la Provincia e con il Gal Terra è Vita. Parte così l’operazione di crowfounding che farà in modo che S. Severino sia sede di un Parco letterario. Se ne è parlato nel Convegno “Disorganici: Maestri eroici del Novecento promosso dall’amministrazione comunale e dall’Associazione Artea di cui è anima Antonio Corbisiero e della giornata dedicata ai maestri; ai docenti; ai dirigenti; agli studenti. L’incontro ha visto la partecipazione di prestigiosi e illustri ospiti: il critico Filippo La Porta; l’On. Tino Iannuzzi; il critico Francesco D’Episcopo; il direttore del giornale online Salerno Sera Andrea Manzi; il preside Rosario Pesce; il sindaco Antonio Somma e l’assessore alla Cultuira Enza Cavaliere. Si è parlato anche di un altro grande maestro, don Lorenzo Milani celebre sacerdote, educatore e scrittore fondatore della “Scuola di Barbiana”. Sono stati premiati per la loro opera socio-educativa Mons. Franco Fedullo, parroco di “S. Maria della Porta” e “S. Domenico” a Salerno; Armida Filippelli, preside anticamorra; Paolo Romano, giornalista; Filippo La Porta, saggista, critico letterario romano.
Mentre D’Episcopo ha parlato di due grandi maestri e poeti sanseverinesi: il prof. Carmine Manzi e il prof. Franco Corbisiero che si stimarono in vita, Andrea Manzi si è soffermato sul libro di Filippo La Porta, ritenuto di grande attualità in una società che sottovaluta la grande opera dei maestri e dell’insegnamento. Presenti le scuole S. Tommaso D’Aquino con la docente Marisa Del Pozzo che ha fatto esibire i ragazzi con due brani musicali e i ragazzi dell’Istituto comprensivo di Siano con la docente Elena Petrella. Prossima iniziativa a Mercato S. Severino, Città della Poesia, la visita del poeta di Davide Rondoni con il suo libro sull’Infinito di Leopardi di cui si festeggia il bicentenario.