Protestano i lavoratori Apu: «Mai più precari»

Continua la mobilitazione per passare da una situazione di costante instabilità a quella di dipendenti delle pubbliche amministrazioni. Presidio presso la Prefettura di Salerno. Manifestazioni anche a Napoli, Caserta e Benevento

0
142

Continua la mobilitazione dei lavoratori per la realizzazione di pubblica utilità, conosciuti come Apu. Stamattina presidio presso la Prefettura di Salerno. Ma anche a Napoli, Caserta e Benevento. Richiesta precisa: passare da super precari a dipendenti delle pubbliche amministrazioni. Si tratta di una richiesta assurda? Nient’affatto. Le risorse finanziarie a livello governativo ci sarebbero. Le necessità negli enti locali in cui tali lavoratori e lavoratrici operano sono anche esse evidenti. Bisogna solo passare alla concretizzazione degli impegni presi dal Ministero del lavoro nei riguardi della Regione Campania. Rendere effettive le risorse disponibili per rispondere a circa 2000 persone da mesi in attesa di risposte da parte istituzionale e da mesi senza reddito. Persone in mobilitazione, che rivendicano lavoro e giustizia e non vogliono più stare al giogo delle clientele o dei favori elettorali. Persone che, come esse stesse hanno ribadito stamattina in Prefettura, chiedono il rispetto dei diritti e lavoro. E di questa richiesta oggi hanno investito nuovamente il Governo centrale attraverso le prefetture locali.
Le istituzioni pubbliche sono qui per dare risposte. E non per ipocriti tavoli di trattativa o, addirittura, per tenere le porte chiuse. Alla crisi sociale campana e salernitana si risponde anche con politiche pubbliche per l’occupazione. La lotta dei lavoratori e lavoratrici Apu è un’occasione per realizzare subito una parte di tali politiche.