Regionali, la Lega schiera l’ex questore Errico

Da capo della Questura di Salerno è andato in pensione due anni fa. Candidato a Napoli, promette sostegno alle iniziative in favore degli appartenenti alle forze di polizia, degli operatori sanitari, della classe lavoratrice e del mondo imprenditoriale

0
338

Regionali, a Napoli la Lega schiera Pasquale Errico, ex questore di Salerno. Una carriera spesa al servizio dello Stato, questore anche a Sassari e Matera, e prima ancora dirigente di commissariati di frontiera di Napoli e provincia (Secondigliano, Scampia, Montecalvario, San Ferdinando, Giugliano e Portici). Errico è in campo col Carroccio, a sostegno del candidato presidente Stefano Caldoro. Proprio da numero uno della questura di Salerno, è andato in pensione nel marzo 2018, avvicendato dall’attuale questore Maurizio Ficarra.
Per Errico, il debutto in politica è un modo di proseguire il percorso di vita, sempre improntato alla tutela dei diritti e della salvaguardia dei cittadini. «Sarà di primaria importanza – dichiara – dare ascolto alle istanze della popolazione che rappresentano i bisogni, le problematiche connesse al galoppante disagio sociale e il senso di incertezza e insicurezza che si riscontra nella società campana, quest’ultimo legato a talune disfunzioni delle Istituzioni e all’accentuarsi dei contrasti, a volte nominalistico, tra le forze politiche». Errico, in particolare, assicura che «sosterrò con forte energia le iniziative in favore degli appartenenti alle forze di polizia, degli operatori sanitari tutti, della classe lavoratrice nel suo complesso e del mondo imprenditoriale, il cui indiscusso contributo allo sviluppo economico della Regione è tangibile e palpabile». Ancora: «Seguirò, quindi con vigile interesse tutte le problematiche connesse direttamente o indirettamente al mondo del lavoro e della produzione». Obiettivi importanti, che l’ex questore di Polizia intende centrare al fianco della coalizione di centrodestra, per lui unica compagine politica in grado di dare risposte concrete ai campani: «È necessario che la Regione divenga lo strumento essenziale per l’attuazione del serio programma di una compagine di centro-destra pronta a governare con grandi capacità e notevole impegno un territorio difficile, in cui le aspettative e le esigenze di ogni singolo cittadino dovranno ricevere sempre la massima considerazione». Nato a Napoli nel 1955, Pasquale Errico è entrato in Polizia nel 1983. Tra gli incarichi, la direzione del Reparto Prevenzione Crimine Campania operando in tale veste in Puglia (Operazione Primavera), Calabria (Operazione Magna Grecia) e Campania (Operazione Partenope). Nel mezzo numerosi riconoscimenti per importanti operazioni di polizia giudiziaria effettuate in Alto Adige, Campania e Calabria. Nel febbraio 2011 è stato nominato “cultore della materia” in diritto processuale penale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Federico II di Napoli. Attualmente è componente della commissione parlamentare antimafia.