Il giovane di Agropoli al quale ieri è stata diagnostica la meningite di tipo batterico resta ancora ricoverato presso il Cotugno di Napoli. Le sue condizioni risultano stabili. Nel frattempo, questa mattina, è stata operata nei locali scolastici del plesso frequentato dal ragazzo, una seconda sanificazione. A renderlo noto l’Ufficio comunicazione del comune di Agropoli in provincia di Salerno. Una operazione non necessaria, ma messa in campo ugualmente, per eccesso di zelo. Il sindaco Adamo Coppola si è recato presso entrambi i plessi che fanno capo al Liceo “Gatto”, intrattenendosi con il dirigente scolastico, prof. Fortunato Ricco. Entrambe le Istituzioni sono in stretto contatto con il dottore Pierangelo Perito, dell’Ufficio Prevenzione dell’Asl Salerno. Si ribadisce – scrivono dal comune di Agropoli – che il caso accertato resta unico ed isolato; è stato escluso il presunto contagio a carico di una ragazza che nei giorni scorsi era stata a stretto contatto con il 15enne. Le analisi, effettuate presso l’ospedale di Vallo della Lucania, nella mattinata odierna, sono risultate negative. Qualsiasi eventuale aggiornamento – fanno sapere dal comune di Agropoli – verrà comunicato in maniera tempestiva tramite questo canale, che è la sola fonte ufficiale. Tutte le persone che sono state in contatto con il giovane, tra compagni, genitori ed altri sono stati contattati dall’Ufficio Prevenzione Asl per indicare la profilassi da seguire. Le lezioni didattiche procedono in maniera regolare.