Rinnovi, pressing sui polacchi. Callejon ai saluti

Il club vuole prolungare i contratti di Zielinski e Milik. Incerta la situazione di Mertens, che deciderà solo a fine stagione

0
203

Chiuso il mercato invernale, che per la prima volta nell’era De Laurentiis ha visto il Napoli protagonista con circa 100 milioni di investimenti nell’immediato e nel futuro, ora la società lavora sui rinnovi. Mentre Gattuso prepara la sfida di domani sera con la Sampdoria, Giuntoli pensa a sistemare la situazione contrattuale dei calciatori che rientrano nel nuovo progetto tecnico azzurro. Sono tre i giocatori in scadenza tra un anno, e uno di questi ha praticamente firmato il rinnovo. Si tratta del difensore Nikola Maksimovic che guadagnerà 1,6 milioni di euro a stagione, con l’aumento della clausola rescissoria che dagli attuali 55 milioni verrà portata a 65. Il procuratore del giocatore Fali Ramadani è arrivato giovedì a Napoli per formalizzare il tutto e per parlare anche di un altro suo assistito, il centrale Koulibaly che a fine stagione potrebbe cambiare aria. Sul senegalese ci sono tre pretendenti: il Manchester United, il Psg e il Real Madrid. Bisognerà capire chi questa estate presenterà l’offerta più allettante, ricordando che il difensore ha una clausola da 150 milioni di euro e che De Laurentiis a giugno aveva rifiutato 100 milioni. Tornando agli altri due giocatori in scadenza, ovvero i polacchi Zielinski e Milik, la situazione resta sempre legata al valore della clausola. Il centrocampista, che guadagna attualmente 1,1 milioni di euro, rinnoverebbe fino al 2024 percependo 2 milioni netti a stagione. Il problema è legato al valore della clausola, come detto, con la società che vorrebbe inserirne una tra gli 80 e i 100 milioni e il giocatore che non vorrebbe superare i 50 milioni. Stesso discorso per Milik che attualmente guadagna 2,5 milioni e firmando il nuovo accordo andrebbe a percepire 3 milioni netti per i prossimi 5 anni. Anche qui il Napoli propone di inserire una clausola da 100 milioni, ma l’attaccante sembra intenzionato a firmare solo se non supererà i 50 milioni. Il club azzurro punta molto su Zielinski, e preme per trovare un accordo, mentre Milik potrebbe alla fine anche essere ceduto nel caso non accetti le condizioni proposte. L’attaccante è valutato circa 50 milioni di euro da De Laurentiis, che ha rifiutato questa estate un’offerta da 38 milioni di euro. Di rinnovo si sta discutendo anche con Allan, in scadenza però nel 2023. Il brasiliano dopo le intemperanze dei mesi scorsi sembra abbia aperto al rinnovo, riprendendo il dialogo con la società. Si tratterebbe, però, solo di una manovra per poi cederlo questa estate, un po’ come successe con Cavani. Rinnovo del contratto e cessione, così da poter trarre il massimo beneficio economico, sia per la società che per il calciatore. Chi lascerà sicuramente Napoli dopo 7 stagioni con la maglia azzurra è Josè Callejon. Per lui è praticamente certo il ritorno in patria, con il Valencia pronto ad offrirgli un contratto importante, visto che arriverà a parametro zero. Discorso diverso per Mertens, che continua a dichiarare di voler rimanere a Napoli, ma la richiesta non si sposa con l’offerta del club. Il belga vuole battere il record di reti di Hamsik, ma resta fermo sulle sue posizioni, con tre società che continuano a seguirlo con interesse. Monaco, Inter e Chelsea sono pronte a dare a Mertens quello che chiede, con i francesi che hanno già messo sul tavolo un offerta biennale da 5 milioni di euro più altri 5 di bonus alla firma. Il Napoli continua ad offrire un biennale da 4,2 milioni a stagione, al stessa cifra fin qui percepita dall’attaccante, che però preme per arrivare ad un triennale. Vedremo nelle prossime settimane cosa succederà, ma c’è una cosa sicura, Mertens deciderà anche in base a quelli che saranno i progetti del club e non solo sulla base economica dell’offerta presentata.