Ritiro a San Gregorio, ma a Menichini non piace

Anche quest'anno i granata prepareranno la nuova stagione nella località dell'Alta Valle del Sele, nonostante il parere negativo del tecnico riconfermato

0
459

Nonostante Menichini non sia convinto della bontà di San Gregorio Magno come location per il ritiro, la Salernitana sembra orientata alla fine a scegliere questa metà. Le società ha provato a cercare una sede del ritiro diversa da quella di San Gregorio Magno, che era stata individuata prima dell’arrivo in panchina di Menichini, ma il poco tempo a disposizione e la presenza di altre squadre che si erano già mosse per bloccare le strutture, ha praticamente trasformato la cosa in una missione impossibile. Sul fronte mercato, invece, Fabiani nonostante il contratto in scadenza tra qualche giorno, continua a lavorare alla squadra che si presenterà ai nastri di partenza del prossimo torneo cadetto. Il DS granata è stato avvistato oggi a Rieti, nel quartier generale della società laziale, per definire i dettagli del primo possibile colpo in entrata. Fabiani è rimasto oltre un’ora all’interno degli uffici dello stadio Scopigno, in compagnia del numero uno laziale Curci. All’uscita il dirigente granata è stato intercettato dai colleghi del portale rietilife, che hanno chiesto al DS granata il motivo della sua visita a Rieti. “Perché sono qui? Siamo nella fase di mercato. Ho portato un’offerta. C’è in ballo un discorso con un giocatore che sapete benissimo chi è. Ho fatto una proposta, è un buon profilo. Se mi domandate ‘dai una mano a Curci?’, rispondo che anche due glie ne do, soprattutto nel dirgli che si facesse gli affari suoi”. Con il sorriso sulle labbra il dirigente granata è poi tornato sul mercato. “Sono qui solo per il mercato”. Ma chi è il giocatore che interessa a Fabiani? Con tutta probabilità si tratta del trequartista Fabio Maisto, seguito da emissari della Salernitana e non solo, durante tutta la stagione. Al termine dell’incontro con Fabiani, anche il numero uno del Rieti, Curci ha ribadito che si è trattato solo di un incontro di mercato, avvallando la possibilità di una cessione del trequartista veneto, che ha un contratto con il club laziale fino al 2020.