Rivoluzione a giugno, ma fino ad allora tutti uniti

Tanti i calciatori a fine ciclo: Ancelotti chiede ai "senatori" un ultimo sforzo per dare un senso alla stagione. Poi sarà rifondazione e il Napoli diventerà un po' più suo

0
438

Archiviata anche la finestra di mercato invernale, che non ha visto nessuna operazione messa a segno, il Napoli guarda già al mese di giugno che rappresenterà una vera rivoluzione. La primavera partenopea, che porterà ad un cambiamento radicale all’interno della rosa di Ancelotti, che inizierà a mettere le basi a quello che sarà il “suo” Napoli. Il tecnico azzurro ha ereditato un gruppo importante da Sarri. Una squadra che aveva una certa identità, e che Ancelotti non ha voluto stravolgere, anzi ha lavorato per migliorarla, andando a valorizzare tutti gli uomini a disposizione rispetto al suo precedessore. Questa cosa ha fatto sì di poter capire il vero potenziale umano di questo Napoli e determinare quelle che saranno le operazioni future sul mercato. L’era dei terribili ragazzi del ’87 volge ormai al termine, con i vari Hamsik, Callejon, Mertens, oltre Albiol e Hysaj, che lasceranno quasi certamente la maglia azzurra al termine della stagione. Hamsik e Mertens voleranno in Cina, dove ad attenderli ci saranno contratti sontuosi, ed un campionato meno stressante di quello italiano. Gli spagnoli Callejon e Albiol potrebbero far rientro in patria, anche se il primo tra tutti quelli inseriti nella lista potrebbe essere il solo a rinnovare ancora il contratto in scadenza. Per Hysaj discorso differente. Il laterale albanese classe ’94 ha un discreto mercato, con il Chelsea e l’Inter sulle sue tracce. Gli inglesi, spinti da Sarri che lo ha allenato prima all’Empoli e poi al Napoli, potrebbero questa estate provare ad acquistarlo, ma il club partenopeo è abbastanza fermo sulle sue richieste. Per arrivare ad Hysaj bisogna versare l’intera clausola, che si aggira intorno ai 50 milioni di euro. Ancelotti non ha posto veto sulla cessione, anche perché il tecnico sembra pronto a puntare in questa seconda parte della stagione su Malcuit, mentre per il dopo Hysaj è già pronto Lazzari della Spal. Ringiovanire la rosa e cedere le pedine che non rientrano nel progetto del tecnico. Sarà questo l’obiettivo del Napoli che ha già opzionato due giovani interessantissimi: lo spagnolo Fornals e il messicano Lozano. Il primo sostituirà Hamsik, mentre l’esterno offensivo sarà l’alternativa a Mertens. Non solo questi due profili nella lista della spesa azzurra, come ha testimoniato lo stesso Ancelotti, perché potrebbe riprendere quota anche la trattativa con il Genoa per Kouame. L’esterno offensivo resta un obiettivo azzurro, che ha strappato un’opzione anche per il centrocampista Bennacer dell’Empoli. Sempre monitorati l’argentino Almendra e il difensore Dayot Upamecano del Lipsia, che i tedeschi valutano 50 milioni di euro.