Rodriguez in azzurro: manca solo l’ufficialità

Dieci milioni subito e quaranta a giugno 2020 per riscattare il calciatore colombiano, felicissimo di riabbracciare Carlo Ancelotti. In uscita, il Psg continua il pressing per arrivare ad Allan

0
375
James Rodriguez

James Rodriguez è un giocatore del Napoli. Manca solo l’ufficialità, ma la trattativa è praticamente conclusa con soddisfazione reciproca delle parti. Florentino Perez alla fine ha ceduto alle richieste del Napoli, ed ha accettato la formula del prestito con diritto di riscatto. Dieci milioni subito, e quaranta a giugno 2020, per riscattare il calciatore colombiano, felicissimo di riabbracciare Carlo Ancelotti. Proprio il tecnico azzurro è stato uno dei registi della trattativa, contattando personalmente la stella colombiana e proponendogli la possibilità di vestire la maglia del Napoli. James Rodriguez, che ha espresso il miglior calcio proprio con Ancelotti, prima al Real Madrid e poi al Bayer Monaco, società con cui ha giocato fino allo scorso campionato, non ha esitato un secondo ad accettare la proposta. Dopo il sì del giocatore, che dovrebbe percepire un ingaggio vicino ai 7 milioni a stagione, determinante è stato anche il lavoro del procuratore del centrocampista, il potente Jorge Mendes, che ha praticamente disegnato la trama di tutta la trattativa, riuscendo a convincere Florentino Perez della bontà dell’operazione. Tutto si formalizzerà al termine della Copa America, visto che James Rodriguez è attualmente impegnato con la sua Nazionale, ma a Napoli già si sogna e si attende il fenomeno colombiano. Un colpo ad effetto che mancava in casa Napoli dai tempi di Higuain. Un altro gioiello che approderà all’ombra del Vesuvio direttamente dalla società spagnola. Il club di De Laurentiis è scatenato sul mercato, perché oltre al colombiano, è in dirittura d’arrivo anche l’affare Manolas. Il difensore greco vuole solo il Napoli. Il procuratore del calciatore, Mino Raiola, ha già raggiunto l’accordo economico con la società partenopea ormai da un mese, sulla base di un quadriennale da 3.5 milioni di euro a stagione. Il nodo, ora, è solo legato al pagamento del cartellino del giocatore, che come da contratto si svincolerebbe pagando la clausola di 36 milioni di euro. Il Napoli ha cercato di inserire qualche contropartita tecnica nell’affare, con la Roma che in un primo momento ha chiesto Mertens in cambio del greco. Ancelotti sembra abbia posto il veto sulla cessione del belga, ed allora il Napoli ha proposto Diawara, su cui è forte anche l’interesse del Milan. C’è però un problema di valutazione, visto che il club azzurro chiede circa 40 milioni di euro per il cartellino del centrocampista. Vedremo nei prossimi giorni se ci sarà la svolta, con il Napoli pronto comunque a chiudere entro la fine della settimana, per regalare a Koulibaly il compagno di reparto ideale, e ad Ancelotti un difensore veloce che possa consentirgli di creare un reparto arretrato, che ha già fatto registrare l’arrivo di Di Lorenzo dall’Empoli, che possa accettare anche l’uno contro uno e quindi supportare una squadra tutta votata all’attacco. Per quel che riguarda le cessioni, invece, Hysaj piace molto al Manchester United, anche se bisognerà capire cosa farà la Juventus dopo l’arrivo di Sarri, massimo estimatore dell’esterno albanese. Il Napoli ha messo sul mercato il difensore, che dopo l’arrivo di Di Lorenzo e la conferma di Malcuit, è consapevole di dover fare le valigie. La sua avventura in azzurro è terminata, come ha dichiarato circa un mese fa lo stesso albanese, ora bisogna solo capire quale sarà la sua destinazione. Premier League, Liga Spagnola, con l’Atletico Madrid sempre interessato, oppure ancora la Serie A con la Juventus o l’Inter? Lo sapremo presto, perché il Napoli conta con la cessione di Hysaj di ricavare almeno 25 milioni di euro, utili poi per reinvestirli sul mercato, dove oltre alle trattative già viste Rodriguez e Manolas, è in corso anche quella con il Psv per Lozano, anche lui vicinissimo a vestire la casacca azzurra. Sempre in uscita il Psg continua il pressing per arrivare ad Allan. I francesi sono fermi a 60 milioni di euro, il Napoli ha rilanciato e a 75 potrebbe intavolare una trattativa. De Laurentiis non ha necessità di cedere per forza il brasiliano, ma come ha sempre ribadito, in presenza di un’offerta particolarmente importante potrebbe pensarci. Il club transalpino ha già un accordo di massima con il centrocampista carioca sulla base di un quinquennale da 6 milioni netti a stagione. Vedremo nelle prossime settimane quale sarà l’evoluzione della situazione. Per quanto riguarda la questione Koulibaly, il giocatore è seguita da mezza Europa. Il City ha offerto 95 milioni di euro, il Liverpool è arrivato a quota 120, ma il Napoli non tratta. Koulibaly non si muove, lo ha ribadito anche Ancelotti, che punta tantissimo sul senegalese, per costruire una difesa di ferro, ed un Napoli che possa finalmente provare l’assalto decisivo allo scudetto.