Rodriguez, trattativa in dirittura d’arrivo

Il Napoli pare averla spuntata sul Real Madrid: il calciatore arriverebbe in azzurro con un prestito oneroso con diritto di riscatto il prossimo anno. Nei prossimi giorni il procuratore di Rodriguez potrebbe arrivare a Dimaro a colloquio con De Laurentiis

0
271
James Rodriguez

Ci siamo ormai. Siamo alle battute finali della telenovela dell’estate James Rodriguez. La tattica messa in campo da De Laurentiis sembra abbia avuto la meglio sull’intransigenza di Florentino Perez. Attendere, forti della volontà del giocatore di vestire la maglia azzurra, e con un alleato importante come Jorge Mendes, procuratore del colombiano. Alla fine il Real Madrid, che ha assolutamente esigenza di vendere per sferrare l’attacco finale a Paul Pogba, potrebbe rinunciare all’idea della cessione definitiva del fantasista colombiano, ed accettare la proposta del Napoli. Dunque, non 42 milioni subito come richiesto da Florentino Perez, ma un prestito oneroso con diritto di riscatto il prossimo anno. L’affare potrebbe chiudersi entro la fine della settimana, con grande soddisfazione di tutte le parti, in particolare di Ancelotti che ieri al termine dell’amichevole contro al Cremonese finita 3-3, ha parlato anche di James in termini ben precisi. “Un giocatore che sappia giocare nella sua posizione può aiutarci molto nella finalizzazione diretta o nei passaggi filtranti per gli attaccanti”. Quasi un’investitura ufficiale, quella del tecnico partenopeo, per il colombiano che da sempre nella sua mente è al centro del nuovo progetto Napoli che sta nascendo. Nelle prossime ore potrebbe addirittura arrivare a Dimaro il procuratore del giocatote, Jorge Mendes, per definire con il presidente gli ultimi dettagli, e comunicargli ufficialmente l’apertura del Real Madrid alla cessione. La formula consentirà al club partenopeo di mettere a bilancio quest’anno una cifra minima, circa 10 milioni di euro, potendo investire subito sull’acquisto di un bomber, come annunciato da De Laurentiis la scorsa settimana. Il Napoli ormai non si nasconde e ha individuato in Icardi l’obiettivo numero uno per potenziare l’attacco. Giuntoli e Marotta hanno parlato anche di cifre, con il club azzurro che ha presentato una prima offerta da 50 milioni di euro per il cartellino dell’argentino. L’Inter per ora ha risposto picche, cercando un rialzo che consentirebbe di monetizzare il più possibile, per poi poter convogliare questi soldi sull’acquisto di Lukaku, pallino di Antonio Conte. La sensazione è che l’affare potrebbe chiudersi intorno ai 60 milioni di euro, un prezzo a dir poco dimezzato rispetto alla quotazione che l’attaccante faceva registrare qualche anno fa. Un vero affare per il Napoli, che non vuole farsi scappare questa occasione, come testimoniano le dichiarazioni di Ancelotti, che apre all’arrivo dell’argentino. “Io ho sempre avuto grandi centravanti nella mia carriera, da Inzaghi a Ibra. Icardi è un grande centravanti come Milik. Il polacco, però, è più completo anche se l’argentino finalizza di più dentro l’area. Parlare di Icardi significherebbe sminuire il valore di Milik, poi il 31 agosto tiriamo la riga. Sono sicuro che saremo tutti felici al 31 agosto”. Una manifestazione di interesse che tra le righe nasconde qualcosa in più. Ancelotti sa che De Laurentiis stravede per l’attaccante, profilo perfetto per il Napoli vista la giovane età, e pregusta già un attacco stellare con Insigne, Mertens, Milik, James Rodriguez e appunto Icardi. I prossimi giorni potrebbero essere quelli decisivi per limare gli ultimi dettagli anche con il calciatore, che sembra sempre più convinto di accettare la proposta degli azzurri. Dopo le remore iniziali, sia lui che la moglie procuratrice, sembrano felici della nuova destinazione. La concorrenza della Juventus non spaventa il Napoli, anche perché i bianconeri sono costretti prima a vendere Higuain, che non vuole saperne di lasciare Torino, e Keane e poi potranno stringere per Icardi. Tutto questo tenendo presente che i partenopei hanno dalla loro un alleato importante, l’Inter, che ha tutto l’interesse a chiudere con il Napoli e a non cedere l’attaccante argentino ai bianconeri.