Sacro e profano, la festa di Pagani è solo virtuale

In tempi di pandemia le celebrazioni religiose in onore della Madonna delle galline e i riti laici si trasferiscono sul web

0
197

In tempi di pandemia anche le feste più sentite e più frequentate diventano virtuali. Oggi alle 18, come da tradizione, a Pagani era in calendario l’apertura delle porte del Santuario della Madonna delle galline, la festa che si svolge nell’ottava di Pasqua e che da sempre è sinonimo di rinascita per la città. La festa, vista l’emergenza che sta attraversando il Paese, è stata annullata, con tanto di comunicazione ufficiale giunta la scorsa settimana, caso mai qualcuno avesse nutrito qualche dubbio. Ma questo pomeriggio le porte del Santuario si apriranno virtualmente ai fedeli, con una celebrazione che ha messo d’accordo l’Arciconfraternita della Madonna delle galline e anche il vescovo della Diocesi di Nocera-Sarno, monsignor Giuseppe Giudice, che presiederà al rito virtuale.
L’appuntamento è come da tradizione alle ore 18: tutti virtualmente davanti allo storico portale del Santuario. La presenza fisica, come precisano gli organizzatori, sarà rimpiazzata dalla «comunione di spirito». L’Arciconfraternita, d’intesa con la Curia, «ha inteso programmare alcuni momenti di preghiera che potessero supplire, per come e quanto possibile, alla mancanza di festeggiamenti veri e propri. Per noi – precisano dall’Arciconfraternita – è il tentativo di portare un po’ di conforto spirituale nelle case dei paganesi e dei devoti in un periodo assai difficile come quello che stiamo attraversando».
A scanso di equivoci, dal Santuario precisano che la chiesa «resterà chiusa e non sarà in alcun modo possibile accedervi». Poi l’invito a vivere «questo momento di preghiera e di raccoglimento nella vostra chiesa domestica “perché, come ricorda Gesù nel Vangelo, dove sono due o tre riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro”».
La festa tradizionale in tempi normali, dopo la processione della statua della Vergine per tutte le strade della città, va avanti fino al lunedì mattina e si chiude con la tradizionale cerimonia di deposizione delle tammorre ai piedi della statua della Vergine. Non sono da escludere ulteriori appuntamenti virtuali religiosi: «Nelle prossime ore vi daremo notizia di ulteriori appuntamenti che stiamo provando a organizzare» – precisano dall’Arciconfraternita.

Il flash mov. Anche tutte le attività collaterali alle celebrazioni religiose in onore della Madonna delle galline si spostano sul web o sui balconi. Tutta la cittadinanza è stata invitata a cantare e ballare sui balconi e ad abbellirli con coperte e lenzuola, come accade in occasione del passaggio della statua della Vergine.
Domenica c’è in programma un “Flash mov.”, «una forma ulteriormente creativa rispetto al classico flash mob ma soprattutto sicura per tenere insieme la comunità paganese in un periodo di isolamento forzato». In pratica, in collaborazione con l’emittente radiofonica Novea Radio del gruppo Radio Base, dalle 9 di domenica fino alle ore 20, ogni ora dalle frequenze radiofoniche partiranno i tipici canti “a fronna” tradizionalmente dedicati alla Madonna delle galline con le voci di Franco Tiano e di Roberto De Simone. Domani e dopodomani l’associazione Ambress’ …Am…press ha organizzato la proiezione on line, su Facebook, di due produzioni realizzate in onore di Franco Tiano, indimenticato autore della rivalorizzazione e della promozione dei festeggiamenti in onore della Madonna delle galline.
Domani alle 20 sulla pagina Facebook dell’associazione Ambress’ …Am…press sarà proiettato in prima visione lo spettacolo teatrale “un Re Franco”, realizzato dalla compagnia “Grimaldello” per la regia di Antonio Grimaldi e dalla “Orchestra Filarmonica Campana” del maestro Giulio Marazia. Scritto da Alfonso Tramontano Guerritore ed Elvira Buonocore, l’opera è stata ripresa e montata dalla videomaker Eva Stanzione.
Domenica 19 aprile, invece, alle ore 20, sempre sulla pagina Facebook dell’associazione sarà proiettato il documentario “L’Africano” della regista Laura Mandolesi Ferrini. A partire dalle 00:01 fino alle 23:59 della stessa giornata, invece, il docufilm sarà disponibile gratuitamente sulla piattaforma Vimeo.

Il concorso fotografico. “Istantanee dalla Festa”, concorso organizzato come ogni anno dall’associazione culturale Ambress’ …Am…press, si svolgerà interamente on line. «La nostra sfida – spiegano gli organizzatori – sarà quella di mantenere in vita le nostre attività e parallelamente gli stessi festeggiamenti in onore della “Madonna delle Galline” attraverso l’espressione più intima e privata della manifestazione di fede dei nostri concittadini. Il nostro obiettivo, come sempre, sarà quello di documentare il momento storico, unico ed irripetibile nella sua drammaticità, oltre a regalare momenti di svago e cultura legati alla festa». Il concorso fotografico avrà una veste nuova, quello del diffusissimo hashtag #Iorestoacasa. Il concorso è aperto gratuitamente a tutti i fotografi amatoriali e professionisti che da oggi e fino al 20 aprile immortaleranno un angolo di Pagani o della propria abitazione abbellita a festa, in onore della Vergine. Per partecipare al concorso basterà pubblicare le proprie foto su Facebook o Instagram con i due hashtag #Istantaneedallafesta #Iorestoacasa. La storica mostra fotografica “Istantanee dalla Festa” sarà allestita sul web, sul sito dell’associazione paganese (www.ambressampress.com)

La mappa virtuale della festa. L’associazione Il Miglio Santo, presieduta da Aniello Ascolese, propone, invece, una mappa interattiva on line di Pagani comprendente tutto il percorso dei toselli, della chiesa, dei vari balli e canti, e tutto ciò che riguarda la festa tanto amata dai paganesi. Il percorso è accessibile on line sul sito dell’associazione www.ilmigliosanto.it

(Dal Quotidiano del Sud di Salerno-L’ALTRAVOCE della tua Città)