Sale la febbre per il Centenario

Nel giorno in cui Salerno celebrerà la festa dei cento anni dei granata, l'assemblea di Lega di serie B deciderà le date del prossimo torneo. Intanto si comincia a pensare anche al calciomercato

0
86

Conto alla rovescia per i festeggiamenti in casa Salernitana. La tifoseria è pronta ad onorare i 100 anni della società granata, e in città sale la febbre per la mega festa che si terrà in piazza della Concordia il giorno 19 giugno. Lo stesso giorno ci sarà a Milano, nella sede della Lega B l’assemblea ordinaria, con le dodici formazioni cadette, che hanno conservato la possibilità di disputare il prossimo torneo, le tre retrocesse dalla massima serie, ovvero Empoli, Frosinone e Chievo Verona, e le cinque formazioni promosse dal torneo di C, Pordenone, Virtus Entella, Pisa, Juve Stabia e la vincente tra Trapani e Piacenza, che sarà decisa al termine della sfida di ritorno in programma sabato pomeriggio alle 15 nell’impianto siciliano. All’ordine del giorno la definizione delle date del prossimo torneo di B, l’approvazione del budget stagione 2018/19 e alcune proposte di modifica del codice di autoregolamentazione ai capi I, III e IV. Nonostante il campionato per i granata sia terminato da meno di una settimana, si cominciano a tracciare le linee guida per il mercato della prossima stagione. Il primo step prevede la cessione di tutti quei calciatori in esubero, e tra questi anche quelli che rientrano dai prestiti. I vari Signorelli, Cenigoi, Kalombo, Altobelli e Castiglia sono solo alcuni nomi di giocatori che torneranno alla base e saranno disponibili per la prossima stagione. Il tecnico Menichini, riconfermato il prossimo anno dopo il successo contro il Venezia che ha consentito di conservare la categoria, sicuramente non porrà il veto per la cessione di questi elementi, che potrebbero essere ancora destinati ad un prestito. Discorso differente per Signorelli che potrebbe rescindere il contratto, a fronte di una buonuscita, così come altri elementi attualmente in rosa. I vari Rosina, che piace alla Reggina e al Bari, Gigliotti, Perticone e lo stesso Bernardini che se non darà le giuste garanzie fisiche sarà ceduto, son vicini all’addio. Certi di un futuro altrove anche Volpicelli, Vuletich, Memolla, Vannucchi, oltre alla colonia laziale formata da Di Gennaro, Casasola, Minala, Djavan e André Anderson, che torneranno tutti alla base. Chi farà parte del progetto targato Menichini? Sicuramente Odjer, che potrà essere tesserato come calciatore bandiera, al pari di Schiavi, che sembra quasi certo di restare. Anche Orlando e Akpa Akpro vestiranno sicuramente il granata il prossimo anno, così come Micai. Rinnovi in vista per Mantovani e Migliorini, che hanno dimostrato sul campo di poter essere due punti fermi anche il prossimo anno. Mazzarani e Pucino potrebbero rimanere, mentre per Lopez ci sono alcune perplessità, anche se l’uruguaiano non sarà semplice da piazzare sul mercato, quindi alla fine potrebbe restare.