Salernitana a lavoro in vista di Cosenza

Sarà una gara importante per i granata che intendono dare continuità al successo casalingo contro il Foggia

0
407

Un Natale insolito per la Salernitana, che questo pomeriggio alle 15 si ritroverà sul sintetico del Volpe per continuare la preparazione in vista della sfida di Cosenza. Pochi festeggiamenti, quindi, un pranzo veloce, e poi tutti ad indossare gli scarpini per ritrovarsi in campo agli ordini del tecnico Gregucci. Non c’è tempo per i festeggiamenti, bisogna preparare la delicata trasferta in programma giovedì sera al “San Vito – Gigi Marulla”, dove saranno previsti circa 15 mila spettatori. Il blitz esterno dei lupi sul difficile campo del Venezia, ha galvanizzato l’intera piazza, che contro la Salernitana è pronta a riempire lo stadio. La “rivalità” tra le due tifoserie, poi, farà il resto, con i granata di Gregucci che troveranno giovedì sera un’accoglienza che si preannuncia infernale. Cinque punti in classifica separano le due squadre, con i granata attualmente al nono posto a 23 lunghezze e i lupi quattordicesimo a 18. Sarà una gara importante per la Salernitana, che dopo il cambio in panchina, vorrà dare continuità al successo casalingo contro il Foggia, arrivato in pieno recupero grazie ad una magia di Gigi Vitale. Due gare, Cosenza in trasferta e Pescara all’Arechi, che chiuderanno il girone d’andata e porteranno i granata alla pausa invernale, prima di riprendere a metà gennaio con la trasferta di Palermo. Due match, che i granata dovranno capitalizzare al meglio, per puntare a rientrare nel treno play off, e con la finestra del mercato invernale, andare a puntellare la rosa a disposizione di Gregucci. L’avvicendamento in panchina, infatti, farà sicuramente registrare diverse cessioni, ma anche qualche arrivo. Il possibile cambio di modulo rispetto all’era Colantuono, apre all’addio di alcuni elementi, soprattutto in difesa, dove in rosa sono presenti un numero di centrali elevato. L’addio alla difesa a tre, quindi, sembra andare proprio in questo senso, anche se gli interventi vedranno coinvolti anche gli altri reparti. Vedremo come opererà il Ds Fabiani e come cambierà volto la Salernitana, che potrebbe piazzare molto presto il colpo in attacco. Si preannuncia, infatti, il ritorno in granata di Raffaele Palladino, l’esterno partenopeo che già nella stagione 2004-05 ha vestito la casacca della Salernitana. Quella squadra era allenata proprio da Angelo Gregucci, attuale tecnico dei granata, che ha chiesto espressamente il ritorno dell’esterno attualmente svincolato, che in quella fortunata stagione realizzò 15 reti giocando 39 gare. Una parentesi importante per la crescita di Palladino, che poi tornò alla Juventus, proprietaria del cartellino, e da lì iniziò la sua scalata alla serie A con le maglie di Livorno, Juventus, Genoa, Parma. L’ultima sua esperienza allo Spezia, in serie B, arrivato il 15 gennaio 2018, dopo che il Genoa lo aveva messo fuori rosa a causa dell’arrivo di Giuseppe Rossi. Per Palladino la chance granata rappresenta, a quasi 35 anni, l’ultimo treno utile per rimanere nel calcio che conta, magari ritrovando quell’ambiente magico che lo consacrò tra i bomber della cadetteria.