Salernitana, contro il Pescara Gregucci vara il 3-4-2-1

In attacco, a supporto dell'unica punta Djuric, dovrebbero agire Rosina, forse l'uomo più in forma in questo momento

0
342

Salernitana (3-4-2-1): Micai; Mantovani, Schiavi, Gigliotti; Pucino, Akpa Akpro, Palumbo, Vitale; Rosina, A.Anderson; Djuric. A disposizione: Vannucchi, D.Anderson, Migliorini, Casasola, Perticone, Mazzarani, Castiglia, Bellomo, Di Tacchio, Orlando, Bocalon, Jallow. Allenatore: Angelo Gregucci

Pescara (4-3-3): Fiorillo; Balzano, Gravillon, Scognamiglio, Del Grosso; Memushaj, Brugman, Machin; Marras, Mancuso, Antonucci. A disposizione: Kastrati, Farelli, Ciofani, Elizalde, Perrotta, Melegoni, Palazzi, Palmucci, Crecco, Kanoutè, Del Sole, Monachello. Allenatore: Giuseppe Pillon

Arbitro: Luigi Pillitteri di Palermo

Assistenti: Luciano e Vecchi

IV uomo: Marini

Si cambia ancora in casa granata, uomini e modulo, per puntare questo pomeriggio alla vittoria contro il Pescara, nel match che chiuderà il girone d’andata del campionato cadetto. Gregucci dopo aver raccolto 4 punti in due gare, vuole bissare il successo interno all’esordio contro il Foggia, così da chiudere in bellezza l’anno. Per fare questo conferma la difesa a tre, che in due gare ha incassato zero reti, con Schiavi che ritroverà un posto da titolare e Migliorini che si accomoderà in panchina. Accanto al capitano agiranno Mantovani e Gigliotti, con Micai confermato tra i pali. In mediana, Di Tacchio potrebbe rifiatare, con Palumbo che prenderebbe il suo posto al centro, in coppia con Akpa Akpro. Sugli esterni, Vitale a sinistra resta confermato, mentre a destra Pucino dovrebbe vincere il ballottaggio con Casasola.

Rosina, al momento tra i granata più in forma

In attacco, a supporto dell’unica punta Djuric, dovrebbero agire Rosina, forse l’uomo più in forma in questo momento, che strapperebbe così una maglia da titolare e il brasiliano André Anderson, riconfermato dopo l’ottima prova di Cosenza. Il Pescara, invece, si schiererà con il solito 4-3-3, marchio di fabbrica del tecnico Pillon. Tra i pali ci sarà l’esperto Fiorillo, con Balzano, Gravillon, Scognamiglio e Del Grosso a formare la linea a quattro di difesa. A centrocampo agiranno Memushaj, Brugman, autore del gol vittoria contro il Venezia, e Machin, mentre in attacco il tridente dovrebbe vedere Marras, Mancuso e Antonucci.