Contro il Pisa la carica degli ex

Ventura, Cerci, Di Tacchio e Aya sono pronti a regalare un dispiacere ai toscani

0
206

Salernitana – Pisa è la gara degli ex. Quattro sul versante granata, uno tra le fila dei toscani, pronti a darsi battaglia per conquistare l’intera posta in palio. Dopo lo stop forzato del campionato, sabato si torna a giocare per i tre punti. La Salernitana è in piena corsa per i play off, ed affronterà all’Arechi il Pisa con il solo obiettivo di centrare la vittoria. Ventura, uno dei cinque ex della sfida, sta preparando la gara con grande attenzione e sembra voglia puntare su qualche elemento che in passato ha già vestito la casacca nerazzurra. Su tutti il difensore Aya, che dovrebbe completare il pacchetto arretrato con Migliorini al centro e Jaroszynski sul centro sinistra. Aya, arrivato nel mercato invernale, si è subito ritagliato un posto da titolare nell’undici granata. Ventura sembra orientato a dargli ancora fiducia, così come era accaduto prima del blocco del campionato, con il centrale romano pronto a rispondere presente. Vinto, quindi, il ballottaggio con Thomas Heurtaux che dovrebbe inizialmente accomodarsi in panchina. Insieme al centrale francese si accomoderanno a seguire il match, anche altri due ex della sfida: Alessio Cerci e Francesco Di Tacchio. L’esterno offensivo sicuramente avrà spazio a gara in corsa, mentre il capitano rientrerà nelle rotazioni della mediana con Akpa Akpro e il giovane polacco Dziczek. Due frecce a disposizione di Ventura, che potrà utilizzarle durante i 90 minuti, anche in virtù dell’aumento del numero delle sostituzioni da tre a cinque. La Salernitana ha una panchina importante, con calciatori di spessore sia sotto l’aspetto tecnico che sotto quello dell’esperienza. Proprio questa potrebbe essere l’arma in più per i granata, che come dichiarato dallo stesso direttore sportivo Angelo Fabiani, saranno chiamati a disputare dieci finali da qui al termine della regular season. In ballo c’è l’accesso ai play off, obiettivo minimo attualmente per la Salernitana, che potrebbe addirittura ambire a centrale la seconda piazza, che vuol dire promozione diretta in serie A. La distanza dal Crotone, attualmente secondo in classifica, è di appena 7 lunghezze, e con lo scontro diretto a disposizione non è vietato sognare. Dall’altra parte c’è il Pisa, attualmente a 36 punti, che staziona in una zona della classifica apparentemente tranquilla. Più quattro sulla zona play out, un vantaggio che di certo non fa dormire tra due guanciali, ma che consente comunque di poter gestire bene questa ultima parte della stagione. Guardando il bicchiere mezzo pieno, i toscani che tra le loro fila presentano l’ex Soddimo, che in granata ha avuto una brevissima parentesi non proprio fortunata, sono ad appena cinque lunghezze dall’ultimo posto utile per centrare gli spareggi promozione. Intanto si è chiarita anche la questione relativa agli stipendi. La Salernitana ha fatto sapere, attraverso una nota ufficiale apparsa sul proprio sito, che la società ha trovato l’accordo con i calciatori per il taglio degli emolumenti. Il sodalizio granata ha evidenziato nel comunicato che alla presenza del dott. Giuseppe Siniscalchi della Confasi, i calciatori della rosa hanno sottoscritto in sede protetta gli accordi di rinuncia a 40 giorni di retribuzione. Alla fine, come era prevedibile, le parti si sono trovate a metà strada. Inizialmente la Salernitana aveva chiesto la rinuncia a due mensilità, mentre i calciatori si erano detti disponibili a rinunciare ad un solo mese. Tutti felici, quindi, con la società che è riuscita nell’intento di chiudere la questione prima del nuovo inizio del torneo, così da avere i calciatori liberi mentalmente, e concentrati sull’obiettivo promozione.