Si insegue Calaiò ma potrebbe partire Vitale

Gregucci chiede un centrocampista e una punta, ma al momento non si intravedono trattative concludenti. Difficile arrivare a Ceravolo

0
358
Il direttore sportivo della Salernitana Fabiani

Tre giorni alla chiusura del mercato invernale di riparazione, con la Salernitana che fino a questo momento ha recitato i panni della comparsa, limitandosi ad osservare i movimenti delle altre squadre. Un modus operandi abbastanza consolidato, quello della dirigenza granata, che si è sempre mossa gli ultimi giorni, meglio ancora nelle ultime ore di mercato. Per ora solo qualche operazione di contorno, il ritorno di Minala dalla Lazio ancora una volta in prestito e il tesseramento dell’albanese Memolla. Bisogna prima vendere. E’ questo il diktat che arriva dalla stanza dei bottoni per poter acquistare. Lo sa bene il direttore sportivo Fabiani, atteso a Milano tra stasera e domani mattina per iniziare le contrattazione, ma lo sa bene anche Gregucci, che al termine della sfida persa con il Lecce aveva chiesto un intervento sul mercato. Serve un centrocampista ed una punta, ha dichiarato il tecnico e la dirigenza granata sta seguendo diverse piste. Per l’attacco resta calda la trattativa con Calaiò, in uscita da Parma e voglioso di riavvicinarsi a Napoli, la città natale della moglie. Il nodo è rappresentato dalla durata del contratto, con il giocatore che spinge per un anno e mezzo, così da poter chiudere la carriera in granata. Per ora si prende tempo, anche perché prima di prendere l’arciere palermitano, la Salernitana dovrà cedere una punta. In lista di sbarco c’è praticamente tutto il parco attaccanti attualmente a disposizione di Gregucci, escluso Jallow che è in prestito dal Chievo Verona. Vuletich ha rifiutato alcune proposte dall’estero, mentre Bocalon è seguito dal Venezia. Nessuna proposta, invece, per Djuric che ha un ingaggio importante e in questa prima parte della stagione ha deluso tutte le aspettative. Difficile arrivare a Ceravolo, che ha un ingaggio importante, ed è finito nel mirino del Verona, che potrebbe invece cedere Pazzini al Benevento. Possibile, invece, il ritorno di Sprocati, che è di proprietà della Lazio ma in prestito al Parma. L’ex granata ha collezionato pochissimi minuti e Lotito potrebbe pensare di riprenderlo e girarlo in prestito alla Salernitana. In uscita si segnala la cessione in prestito del centrocampista Franco Signorelli, che è legato al sodalizio granata fino al 2020. L’italo-venezuelano approda nel campionato rumeno firmando un contratto fino al termine della stagione in corso con il Voluntari, formazione allenata dall’ex laziale Cristiano Bergodi, attualmente ultima in classifica. Gigi Vitale, invece, è conteso tra Hellas Verona e Perugia. Il fluidificante mancino potrebbe lasciare Salerno, con la dirigenza granata che sta seguendo diverse piste e tra queste quella che porta a Lopez della Ternana, oltre a Molinaro in uscita dal Frosinone. Stretta finale, invece, per l’affare Zammarini dal Pisa. Il centrocampista dovrebbe essere prelevato dalla società toscana e poi girato in prestito sempre in serie C, probabilmente al Rieti allenato da Ezio Capuano.