Salerno in piazza per il diritto al dissenso

Circa 300 persone hanno risposto ad una auto convocazione. Con la finalità di stare insieme, ragionare, confrontarsi e ridare così valore alla democrazia. Perché questa è la grande posta in gioco oggi

0
517

300 persone si sono riunite a piazza Cavour a Salerno per confermare la necessità di salvaguardare la libertà di dissenso. E per esprimere solidarietà e vicinanza con il capitano della nave Sea Watch che vuole portare definitivamente in salvo le persone naufraghe salvate in mare. Circa 300 persone che hanno risposto ad una auto convocazione. Con la finalità di stare insieme, ragionare, confrontarsi e così ridare valore alla democrazia. Perché questa è la grande posta in gioco oggi. Andare verso un mondo con minori libertà o con libertà dipendenti dai governi vigenti e far ripartire movimenti sociali che rivendicano e, insieme, praticano una ampliamento delle libertà e dei diritti (sociali, civili, politici). 300 persone che chiedono anche azioni concrete. Ad esempio, la riapertura della vertenza dei lavoratori ambulanti da parte del Comune di Salerno.
Ovviamente, è stata manifestata vicinanza e sostegno alle 12 persone che in città hanno ricevuto il mese scorso un avviso di chiusura indagini per manifestazione non autorizzata. Così come è stata ricordata la sospensione della professoressa di Palermo perché un gruppo di suoi studenti proposto un parallelo in un video didattico tra il decreto sicurezza e le leggi razziali del 1938.