Il comune di Salerno

Un confronto a tutto campo con i comitati civici al fine di raccogliere indicazioni e suggerimenti e, soprattutto, mettere a punto soluzioni ed interventi per le carenze di cui soffre la città. Questa la nuova linea d’azione elaborata dalla Lega a Salerno, pronta a dedicare un’apposita struttura di partito a questa nuova campagna d’ascolto. Nelle intenzioni Federazione provinciale della Lega di Salerno, in collaborazione con il coordinamento cittadino, questo confronto sul campo rappresenta il presupposto indispensabile per mettere a punto una serie di proposte destinate ad affrontare i problemi della città. Con un occhio all’avvicinarsi delle prossime elezioni comunali.

L’iniziativa mira, poi, anche a raccogliere elementi per costruire una contro-narrazione della realtà cittadina, fatta – si legge in una nota del Carroccio salernitano – “di serrande chiuse, di divieti di balneazione, di un tasso di disoccupazione giovanile elevatissimo, del crollo della rendita immobiliare, della delinquenza, della microcriminalità e di plessi scolastici ancora ricchi di barriere architettoniche”. Tutt’altra scena rispetto a quella della “città europea” all’avanguardia proposta dal governatore De Luca e dall’amministrazione cittadina.