Da sinistra: Francesco Vota, Angelo Retta, Aldo Crudele

Nuovi ingressi nel gruppo dirigente del Movimento Nazionale per la Sovranità a Salerno: nel corso della riunione del direttivo svoltosi nella serata di ieri, il segretario provinciale Angelo Retta ha nominato Aldo Crudele vicesegretario, mentre Andrea Di Mauro è il nuovo responsabile del dipartimento Ambiente e gestione risorse ittiche, faunistiche e forestali, con delega alla portualità. Nominato anche il nuovo segretario cittadino del Movimento, si tratta di Francesco Vota. “Con queste nomine – dice Angelo Retta – coroniamo il lavoro silenzioso svolto in queste settimane sul territorio. Siamo particolarmente soddisfatti perché arricchiamo il gruppo dirigente del Movimento con nuove e importanti competenze. In particolare riteniamo strategico per il nostro territorio dedicare un’attenzione particolare alla portualità e, più in generale alla risorsa mare, ovvero a quello che dovrebbe essere il fulcro dell’economia salernitana”.

Intanto già si guarda ai prossimi appuntamenti elettorali: sarà Gianni Alemanno, segretario nazionale del movimento, ad inaugurare la lunga corsa dei sovranisti salernitani verso il voto per le elezioni europee.  “Nelle prossime settimane – annuncia Crudele – ci ritroveremo insieme ad Alemanno qui a Salerno per un convegno dal tema “Quale Europa per il Sud”. Siamo stati tra i primi a vedere nell’Europa un’opportunità, ma certo non è questa l’Europa che vogliamo costruire”.

Attenzione alle periferie, attraverso una campagna di ascolto dei cittadini, sicurezza urbana e vivibilità i temi al centro dell’azione politica della nuova segreteria cittadina: “I mesi che hanno concluso il 2018 – dice Francesco Vota – sono stati dedicati ad ascoltare i nostri concittadini e ad osservare la città partendo dalle periferie che, purtroppo, sono ridotte a zone d’ombra, dove anche i servizi più elementari non sono mai scontati. A fronte di quest’analisi abbiamo un quadro chiaro delle criticità, a breve daremo il via ad una serie di iniziative mirate a focalizzare l’attenzione su quelle situazioni che, a nostro avviso, richiedono interventi urgenti”.