Botta e risposta a distanza, sull’esaurimento dei budget nei laboratori convenzionati con la sanità campana. La Regione replica all’allarme di Federlab, proiettato anche sulla provincia di Salerno. Una nota di Palazzo Santa Lucia sostiene che sia «qualche centro privato convenzionato» ad aver «esaurito il budget del terzo trimestre». In tale ipotesi – estesa ai casi di «periodi di chiusura per ferie» – la Regione «segnala che presso le strutture pubbliche si possono effettuare, a titolo gratuito, tutte le prestazioni di specialistica ambulatoriale, ivi compresi gli esami diagnostici di laboratorio». Un dato che, in realtà, dovrebbe costituire la norma. Il presidente di Federlab Italia, Gennaro Lamberti, controbatte: «Sfatiamo, una volta e per tutte, il mito che nel privato si paga e nel pubblico no: è una fesseria bella e buona. Si paga in entrambi i casi». Lamberti ricorda che i pazienti, «sborsano il ticket (se dovuto) e godono delle medesime esenzioni sia di qua che di là». Una cosa è certa, qualora non sia possibile affidarsi a presidi pubblici: diversi utenti, questo mese, sono costretti a pagare gli esami.