Sentenze pilotate, nei guai consulente tributario

Il professionista, di origini avellinesi con studio a Capaccio, sarebbe stato indicato come intermediario di una pratica correttiva da uno degli indagati nell'inchiesta sulle sentenze tributarie "aggiustate" in cambio di favori alla Commissione tributaria regionale di Salerno

0
306

Avrebbe pilotato l’esito di un ricorso per un contenzioso di 500mila euro. Per questo motivo è stato fermato un consulente tributario di Montoro, nell’Avellinese. L’uomo sarebbe stato chiamato in causa da uno dei coinvolti nell’ambito della maxi inchiesta sulle sentenze tributarie “aggiustate” in cambio di favori alla Commissione tributaria regionale di Salerno.
Il professionista, di origini avellinesi e con studio a Capaccio, è stato indicato da uno degli indagati come intermediario di una pratica correttiva. Il provvedimento di fermo di indiziato di delitto è stato eseguito dagli uomini del nucleo di polizia economica del comando provinciale della Guardia di finanza di Salerno, su disposizione della Procura della Repubblica.