Serie B: fissato il termine ultimo per la ripresa del campionato

Si è deciso che il termine ultimo per far ripartire il campionato di B è il 9 maggio. Se si dovesse andare oltre questa data ultima, allora il torneo cadetto potrebbe anche non riprendere e a quel punto si ricorrerà d'ufficio per decidere eventuali promozioni e retrocessioni

0
150

A margine dell’assemblea di Lega B, che si è tenuta oggi con tutti i vertici e i rappresentanti delle venti squadre che disputano il torneo cadetto collegati in videoconferenza, si è deciso che il termine ultimo per far ripartire il campionato di B è il 9 maggio. Se si dovesse andare oltre questa data ultima, allora il torneo cadetto potrebbe anche non riprendere e a quel punto si ricorrerà d’ufficio per decidere eventuali promozioni e retrocessioni. Resta più difficile l’ipotesi di un blocco di promozioni e retrocessioni. Al termine dei lavori la Lega B ha diramato una comunicazione ufficiale relativa anche ad un’iniziativa di solidarietà verso le strutture ospedaliere del Paese. “All’unanimità l’Assemblea ha deliberato l’acquisto di venti dispositivi di ventilazione polmonare da donare ad altrettante strutture ospedaliere del Paese, che saranno indicate dalle venti società che partecipano al campionato di Serie BKT. Stiamo vivendo un’emergenza – ha detto il presidente Balata – e questo tipo di strumentazione è quello che serve maggiormente nelle strutture ospedaliere per affrontarla. Siamo il campionato degli italiani, presente in tutte le parti del nostro meraviglioso Paese e per questo le nostre società indicheranno una struttura che ha necessità di questa apparecchiatura’. Sempre il presidente Balata è in contatto e ha informato le istituzioni governative attraverso il ministero dello sport per condividere al meglio il percorso di donazione. Sempre sul tema Coronavirus l’Assemblea, nell’auspicio che si possa riprendere al più presto l’attività con la massima garanzia della salute di tutti, ha stabilito di attuare ogni azione possibile per portare a compimento il campionato secondo la formula prevista dal regolamento. Infine l’Assemblea ha deciso di concordare una linea comune con l’Associazione calciatori per stabilire le modalità di prosecuzione degli allenamenti dopo lo stop previsto in questi giorni”.