“Sport x tutti”, i programmi del 2019 per l’ANSMeS

L'Associazione Nazionale Stelle al Merito Sportivo della Campania ha radunato a Salerno tutti i responsabili provinciali del gruppo per il punto della situazione e per elaborare nuove proposte progettuali

0
608
Gruppo ANSMeS Campania

La terrazza sul mare e le sale del Circolo Canottieri Irno hanno ospitato un incontro programmatico dell’Associazione Nazionale Stelle al Merito Sportivo della Campania. Il presidente Francesco Maturi ha invitato i responsabili delle sezioni provinciali per fare il punto della situazione e per elaborare nuove iniziative e proposte, assegnando l’organizzazione della convention al gruppo di “stellati” salernitani, presieduto da Gianfranco Camisa. Giovanni Ricco, presidente del glorioso Circolo Canottieri Irno, ha fatto gli onori di casa. Presenti, tra gli altri il componente di Giunta Nazionale Coni, Guglielmo Talento, il vice presidente vicario Coni regionale Matteo Autuori, il delegato Coni Salerno Paola Berardino, Carmine Mellone, responsabile del Comitato Italiano Paralimpico per la Campania ed altri dirigenti sportivi benemeriti. Il nuovo corso dell’ANSMeS, da quando è stato eletto presidente Gianni Gola, è volto a mettere a disposizione del mondo dello sport, con iniziative di vario genere, il patrimonio di esperienza in possesso dei dirigenti che hanno ricevuto dal Coni e dal Cip, la Stella al Merito Sportivo, nelle gradazioni di oro, argento e bronzo, unitamente agli allenatori che hanno ricevuto la Palma al Merito Tecnico. Le finalità dell’ANSMeS, fondata il 4 giugno 1986 a Bari sono quelle di “valorizzare il significato delle Stelle e delle Palme come alta benemerenza morale e realizzare iniziative che aiutino i giovani a recepire e divulgare il valore etico, educativo e sociale dello sport.” Secondo, i presenti all’incontro presso il sodalizio biancorosso, l’entusiasmo degli “stellati” deve essere un volano e contribuire alla sana crescita delle nuove generazioni. Ribaditi nel corso della serata al Circolo Canottieri Irno la necessità di ideare iniziative comuni, mediante aggregazioni e sinergie con altre associazioni benemerite, puntando su novità e progetti inclusivi, senza distinzione tra sportivi, siano essi abili o diversamente abili, iniziative in grado di mettere insieme anche più regioni, creando e rafforzando rapporti con professionisti competenti nei vari settori e pure puntando sull’autofinanziamento delle attività. Alla fine della serata, brindisi e taglio della torta. Appuntamento a dei prossimi incontri, più operativi che programmatici. Il 2019 è l’anno dello “Sport x Tutti” e il mondo ANSMeS si sta attivando per elaborare e concretizzare progetti su questo tema.