L’odissea dei pendolari sulla Salerno-Napoli

Stamattina cancellazioni e ritardi di almeno tre ore per un mezzo fermo alla stazione di Pagani sulla linea storica tra Napoli e Salerno. I rappresentanti dei pendolari: «Ci sono gli elementi per chiedere l'intervento dell'Authority».

0
753

«Non ci possiamo abituare ai ritardi, ai disservizi e alla mancanza di informazioni: i pendolari vanno rispettati». Alfonso Tulipano del gruppo dei pendolari della storica linea ferroviaria Salerno-Napoli non si rassegna all’ennesimo disservizio verificatosi questa mattina. Un treno – il numero 21240 diretto a Napoli Campi Flegrei – fermo sui binari alla stazione di Pagani dalle 6.30 del mattino ha mandato in tilt l’intera circolazione ferroviaria sulla storica linea Napoli-Salerno. Treni cancellati e in ritardo di 90’ e più minuti. Un vero problema considerato l’orario, con le stazioni affollate di pendolari che, per studio o per lavoro, si spostano tra Napoli e Salerno: quella storica è una linea particolarmente affollata se si pensa che è l’unica – definita metropolitana – che copre tutte le città che insistono lungo la strada ferrata tra i due capoluoghi.
Al guasto di un treno a Pagani pare si siano aggiunti anche problemi con la chiusura di alcuni dei passaggi a livello tra Angri e Scafati. Per i pendolari difficile arrivare a lavoro in tempo. Una beffa anche per tutti coloro che avevano acquistato già i biglietti di Trenitalia e che difficilmente saranno rimborsati.
«Stamattina si era rotto il pantografo per uno dei treni di ultima generazione che è rimasto a lungo fermo in stazione a Pagani. Abbiamo atteso a lungo e invano che il problema venisse risolto. Tante le persone che avevano già acquistato, invano, il biglietto. Dopo quasi tre ore di attesa non c’era l’ombra di un autobus sostitutivo. Personalmente ho deciso di andare in macchina a Salerno. Ma purtroppo non avevo fatto i conti con il traffico per i lavori in corso: una vera odissea raggiungere la città capoluogo. Possiamo essere sempre penalizzati tanto? La gestione è pessima, manca un controllo: noi pendolari davvero non ne possiamo più. Credo ci siano gli elementi per far intervenire l’Authority» – conclude amaramente Tulipano.
I disagi, almeno per questo weekend, non accennano a diminuire: tra sabato e domenica Rfi ha annunciato disagi sulla tratta Napoli-Salerno per dei lavori che interessano la stazione di Napoli Piazza Amedeo. Tutti i treni provenienti da Salerno si fermeranno a San Giovanni Barra dove sarà attivato un servizio bus sostitutivo.