Troppe lacune, urgono rinforzi

In attacco ora si insegue Forte della Juve Stabia, l’unico obiettivo perseguibile per il reparto avanzato

0
159

Urgono rinforzi in casa Salernitana. Lo scialbo pari nella prima amichevole stagionale con la Fermana, modesta compagine di serie C, ha evidenziato tremende lacune nell’organico. Dopo una settimana di ritiro sono solo due gli acquisti, uno in difesa e l’altro in porta. L’albanese Vaseli, che sabato ha giocato un tempo intero prima di essere sostituito da Karo al 12′ della ripresa, e l’estremo difensore Guerrieri anche lui entrato nel secondo tempo, oltre al ritorno di Casasola, sono gli unici volti nuovi di una formazione imbottita di giovani della Primavera e di elementi tornati dai vari prestiti in serie C. Una rosa incompleta in tutti i reparti, con diversi dubbi legati ad elementi che hanno manifestato la voglia di cambiare aria, ed altri che invece non hanno reso già lo scorso anno. Settore per settore, non c’è una zona del campo che può far stare tranquilli. Partiamo dal ruolo delicatissimo del portiere titolare, con Micai che lo scorso hanno è stato messo da parte, facendo ricadere tutte le colpe della mancata qualificazione ai play off sulle spalle dell’estremo difensore virgiliano. Micai ha manifestato la volontà di cambiare aria, ma per ora non ci sono offerte interessanti pervenute. La Salernitana ha bloccato Belec della Sampdoria, che arriverà in granata non appena sarà trovata una soluzione per Micai, che potrebbe finire al Lugano. La difesa, nonostante gli arrivi di Casasola e di Vaseli prelevato dall’Empoli, resta un vero e proprio punto interrogativo. Mantovani non gioca da oltre un anno, e Aya e Migliorini non possono disputare l’intera stagione senza mai tirare il fiato. Mancano almeno altri due elementi con lo slovacco Gyombér indiziato numero uno a vestire la maglia granata. Il Perugia, retrocesso in C, vuole cederlo, e il giocatore non vede l’ora di ritrovare la serie B. C’è distanza solo sulle cifre, ma il centrale potrebbe firmare un biennale con la Salernitana. A centrocampo torna di attualità il nome di Kiyine, che sta svolgendo il ritiro con la Lazio. Il belga-marocchino non ha convinto Inzaghi, e Lotito sta pensando di rimandarlo in prestito a Salerno per questa stagione. Possibile anche il ritorno di Capezzi, arrivato a gennaio in prestito dalla Sampdoria. Questa potrebbe essere la settimana di Luperini, che sbarcherà a Salerno dal Trapani a titolo definitivo. Per l’attacco, invece, Francesco Forte è l’unico vero obiettivo perseguibile, ma anche qui bisognerà sborsare un bel po’ di soldi alla Juve Stabia, che vuole monetizzare dalla cessione del cartellino. I soldi arrivati dalla cessione di Akpa Akpro, circa tre milioni di euro, serviranno per finanziare il colpo in attacco, che nell’ultima stagione ha messo insieme 32 presenze realizzando 17 reti e 2 assist. Piace anche l’uruguayano Jaime Báez: la Salernitana che potrebbe sfruttare gli ottimi rapporti con il club calabresi per portare l’attaccante esterno a Salerno.

(Dal Quotidiano del Sud di Salerno-L’ALTRAVOCE della tua Città)