Una vittima e due guarigioni ieri nel Salernitano

Ha perso la vita un'altra ospite della casa di riposo di Sala Consilina. Tornano a casa un uomo di Pagani e uno di Sant'Egidio del Monte Albino. 14 i nuovi tamponi positivi in provincia

0
237

Ancora un decesso tra gli ospiti della casa di riposo dell’Istituto Juventus di Sala Consilina.
Nella giornata di ieri è deceduta la vedova del senatore Fronzuti, Rosanna Ippolito di 77 anni. Con la morte della signora Ippolito salgono a sei le vittime tra gli ospiti della casa di riposo deceduti.

Guarigioni. Dopo l’uomo di Cava de’ Tirreni, lascia l’ospedale Scarlato di Scafati anche uno dei primi contagiati di Sant’Egidio del Monte Albino. Si tratta di un uomo di 39 anni che torna a casa, guarito, ma resta in isolamento domiciliare: la sua famiglia è positiva ma asintomatica. È guarito ed è tornato a casa anche uno dei primi paganesi risultati positivi, un avvocato originario di Castel San Giorgio.

Il bollettino. Secondo i dati comunicati dall’Unità di crisi della Regione Campania, ieri a Salerno su 117 tamponi analizzati, 14 sono risultati positivi. Sale a 2.456 il numero di casi positivi al coronavirus in Campania dall’inizio dell’emergenza. Sono 225 i tamponi risultati positivi sui 1.676 esaminati ieri nei vari centri di riferimento della regione.L’Unità di crisi della Regione Campania ha comunicato i dati delle analisi dei tamponi eseguite ieri: all’ospedale Cotugno di Napoli sono stati esaminati 465 tamponi di cui 43 positivi; all’ospedale Ruggi di Salerno sono stati esaminati 117 tamponi di cui 14 positivi; all’ospedale Sant’Anna di Caserta sono stati esaminati 89 tamponi di cui 5 positivi; nei presidi di Aversa e Marcianise (Caserta) sono stati esaminati 42 tamponi di cui 8 positivi; all’ospedale Moscati di Avellino sono stati esaminati 93 tamponi di cui 16 positivi; all’Azienda universitaria Federico II di Napoli sono stati esaminati 102 tamponi di cui 6 positivi; all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno di Portici (Napoli) sono stati esaminati 723 tamponi di cui 132 positivi; all’ospedale Maria Santissima Addolorata di Eboli (Salerno) sono stati esaminati 45 tamponi di cui 1 positivo. Dall’inizio dell’emergenza coronavirus, in Campania sono stati analizzati 17.404 tamponi, 2.456 dei quali risultati positivi.

I nuovi contagi. Diversi i tamponi positivi registrati nel Salernitano. Da segnalare tre casi positivi a Vietri sul Mare: «Su sedici tamponi effettuati ieri – ha scritto il sindaco di Vietri, Giovanni De Simone – tredici negativi! Purtroppo abbiamo tre nuovi positivi. I casi di concittadini attualmente contagiati da Covid19 salgono sul nostro territorio a dodici. Sono state attivate tutte le procedure previste, le persone positive al momento sembrano reagire bene, anche l’unico in ospedale oggi ha dato segni di ripresa. Comunque erano già in quarantena da oltre dieci giorni, speriamo che risultino guarite al prossimo tampone».
Tre nuovi casi anche a Polla, uno a Pagani, uno a Sant’Egidio del Monte Albino e due a Cava de’ Tirreni.
«Dobbiamo registrare – ha scritto il sindaco di Cava de’ Tirreni, Vincenzo Servalli – 
due nuovi tamponi positivi al Covid 19. su un totale di undici tamponi di cui si sono avuti gli esiti. Uno dei due nuovi casi ha richiesto il ricovero ospedaliero. Siamo pertanto a 22 casi, compresi un deceduto ed una persona fortunatamente guarita ma è ragionevole pensare che, nei prossimi giorni, ci potremmo trovare di fronte ad ulteriori casi positivi visti i numerosi tamponi in programma. Per ognuno si sono avviate le attività previste dal protocollo. Ribadisco che non esiste nessuna motivazione che ci possa indurre ad un disimpegno rispetto ai comportamenti necessari. Anzi è il momento di stringere ancor di più i denti per combattere la diffusione del contagio. Quindi restare in casa tranne il necessario, è sempre di più l’unica vera arma che abbiamo» – ha concluso il primo cittadino.
Quarto caso di contagio anche a Fisciano, nella frazione Lancusi, come annunciato dal sindaco Vincenzo Sessa: «Devo comunicarvi – ha scritto il sindaco – che c’è un quarto concittadino residente nella frazione Lancusi purtroppo, risultato “positivo” al tampone covid-19. Attualmente è a casa con la moglie, unica convivente che è stata messa in quarantena domiciliare, le sue condizioni non destano preoccupazione. Abbiamo ricostruito i pochissimi contatti avuti nel periodo di monitoraggio previsto e provveduto a comunicare, in sinergia con la competente Asl, ai sindaci di riferimento, essendo lo stesso a casa dal 12 marzo e lavorando nella provincia di Napoli».
Altri due casi di contagio certificati anche a Scafati: «Non siamo l’unico comune dell’Agro a registrare un incremento, seppur lieve, dei contagiati. Ci era stato, d’altro canto, preannunciato dalle autorità sanitarie e dall’unità di crisi regionale che questa settimana e l’altra ancora avremmo avuto altri positivi sul territorio, anche considerando il gran numero di tamponi che l’Asl sta effettuando» – ha commentato il sindaco Cristoforo Salvati.